AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùindustria

Tenaris giù, trimestre sotto le attese e cautela sul futuro

di Chiara Di Cristofaro

2' di lettura

Tenaris è in coda al listino milanese dopo la trimestrale, in una giornata negativa per tutti i titoli del comparto energetico. Per gli analisti di Equita il trimestre si è chiuso «leggermente sotto le attese» con un utile netto di 107 mln a fronte di un consensus che si aspettava 176 mln di euro. Sotto le attese anche fatturato e margini. In linea con le attese il dividendo di 0,13 dollari per azione. Per Mediobanca i numeri deboli sono condizionati dal calo dei prezzi e dei volumi, ma l'outlook non è così negativo. Per il quarto trimestre, Tenaris si aspetta che «le vendite saranno impattate da prezzi medi più bassi e rallentamento dell`attività in Usa e Argentina».

Tenaris «si aspetta di mitigare la gran parte dell`impatto della riduzione prezzi con minori costi, e mantenendo un Ebitda margin simile al terzo trimestre 2019 (18,2%)». Per il 2020, Tenaris si aspetta un recupero delle vendite, in particolare per le attività di drilling offshore e gas, nonché dei margini e del cash flow date le azioni per la riduzione dei costi. Tenaris inoltre non si aspetta un recupero dell`attività di perforazione nello shale Usa/Canada a inizio 2020. L`attività in Argentina sta calando, mentre in Messico, l`attività di drilling offshore è in aumento. Nell`emisfero orientale, l`attività sta continuando a migliorare, guidata dagli sviluppi gas in Medio oriente, e al recupero graduale in alcuni bacini offshore. I prezzi dei tubi in Nord America sono stati influenzati dal calo della domanda, dalla maggior competizione e da alti livelli di import. L`outlook, sottolinea Equita, è più cauto delle attese e punta a una riduzione delle stime: «Ipotizzando un leggero calo del fatturato nel quarto trimestre rispetto al terzo e margini costanti, stimiamo circa 315 mln di Ebitda nel quarto trimestre a fronte di una stima attuale di 363 mln (consensus a 369 mln) o circa 1,4 mld di ebitda 2019». Per Mediobanca, «il management mantiene una view costruttiva sulle attività gas e offshore».

Loading...

(Il Sole 24 ore Radiocor)

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti