Pliskova prima al femminile

Tennis, Nadal ancora re di Roma nell’edizione record: 13 mln incassati

di Carlo Festa


Tennis: ecco i primi dieci giocatori del mondo che guidano il ranking Atp

3' di lettura

Rafa Nadal si conferma re al Foro Italico, dove trionfa per la nona volta in carriera a 14 anni dal primo successo. Supera il rivale, numero uno del mondo, Novak Djokovic. Ma l’edizione 2019 degli Internazionali è soprattutto quella del record d’incasso: 13 milioni sono entrati agli organizzatori, a fronte degli 11,6 milioni del 2018. Il torneo italiano non aveva mai mosso questi ricavi. Tornando agli esiti sportivi, sul Centrale del Foro Italico, lo spagnolo numero due del seeding batte 6-0, 4-6, 6-1 il campione serbo, al termine di una battaglia di due ore e 25’ di gioco.

GUARDA IL VIDEO. Tennis, i primi dieci atleti al mondo

È stata una partita dominata dallo spagnolo, malgrado la prova d’orgoglio nel secondo set di Djokovic. Pochi gli errori gratuiti nell’intero incontro di Nadal, tanti i colpi vincenti con angolazioni spesso impossibili: Djokovic si è difeso, è riuscito a stare in partita grazie al servizio e al dritto, ma alla fine ha dovuto arrendersi, anche sotto il peso di un numero eccessivo errori non forzati (addirittura 39), troppi per i suoi standard abituali, con qualche semplice vole è sbagliata e due smash facili gettati a rete. «Ho giocato un grande match, anche nel secondo set, malgrado lo abbia vinto Novak - esordisce Nadal. Sono molto migliorato di livello nella settimana di questo torneo. Ho ritrovato fiducia e recuperato mentalmente e fisicamente. Dopo il torneo di Indian Wells ho avuto momenti difficili. A Montecarlo non sono arrivato ben preparato. A Barcellona poi è stato un disastro. Ho giocato match con pochissima energia, come poche volte in carriera. Ora invece sto recuperando e si è visto già nelle semifinali di Madrid».

Nadal ancora re di Roma: vinta la finale con Djokovic

Nadal ancora re di Roma: vinta la finale con Djokovic

Photogallery22 foto

Visualizza

Era il 54esimo confronto tra i due campioni (28-26 per Nole a questo punto), il quinto in finale a Roma. Rafa si presentava in finale al Foro Italico per l'undicesima volta, con due sole sconfitte, proprio contro il serbo. Per lo spagnolo si tratta del primo successo in un Masters 1000 nella stagione, dopo essere stato eliminato in semifinale appunto a Indian Wells, Montecarlo, Barcellona e Madrid. L’ultima vittoria era stata nel Masters del Canada. Raggiunge quindi quota 81 trofei con 34 Masters 1000 in carriera, uno in più di Djokovic. Quest’ultimo è apparso un po' sotto tono dopo le maratone serali con Del Proto e Schwartzman nei quarti di finale e semifinale del torneo romano. «Sono contento di essere riuscito a vincere la seconda partita dopo un primo set così», dice Djokovic. «Oggi Nadal ha giocato un tennis formidabile. Non posso giustificarmi dicendo che ero stanco. È stato lui eccezionale».

Ora i riflettori vanno direttamente sull’imminente Grande Slam francese, il Roland Garros, dove potrebbe ripetersi la stessa finale di Roma: «Nadal è il favorito numero uno senza dubbio», dice Djokovic. «Ma sarà un bel torneo: ci sarà anche Dominic Thiem. che sta giocando davvero un grande tennis. Può battere chiunque. Anche Fabio Fognini sta giocando ad alti livelli, lo ha dimostrato contro Nadal a Montecarlo».

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti