ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùelettrodotti

Terna spinge ulteriormente sulla rete con il nuovo piano. Dividendo, aumento medio 8%

Nella strategia 2021-2025 forte accelerazione sugli investimenti per il core business, ma con le attività non regolate il gruppo guidato da Stefano Donnarumma si candida a giocare in prima linea la partita delineata dal Pniec sul fronte delle rinnovabili e dello sviluppo dei sistemi di accumulo

di Celestina Dominelli

default onloading pic
Terna, il quartier generale del gruppo a Roma

Nella strategia 2021-2025 forte accelerazione sugli investimenti per il core business, ma con le attività non regolate il gruppo guidato da Stefano Donnarumma si candida a giocare in prima linea la partita delineata dal Pniec sul fronte delle rinnovabili e dello sviluppo dei sistemi di accumulo


3' di lettura

Quasi 2 miliardi in più del vecchio piano che portano a 8,9 miliardi lo sforzo messo in campo, da qui al 2025, per irrobustire, ammodernare e sbottigliare ulteriormente la rete elettrica nazionale in modo da rendere sempre più fluida l’integrazione progressiva delle fonti rinnovabili. E una decisa spinta sulle attività non regolate (dall’offerta di connettività ai servizi per le infrastrutture in alta tensione e smart grid) per consentire al gruppo di giocare un ruolo via via crescente nello sviluppo...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti