protestano i cittadini di Visso

Terremoto, Curcio: «Volontari sentinelle nel post-emergenza»

Fabrizio Curcio (LaPresse)

3' di lettura

I volontari sono sentinelle nel post-emergenza. Lo ha detto il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, parlando a Lucca al Festival del volontariato e facendo un bilancio dei primi mesi dopo il sisma nel Centro Italia. Con le loro attività «davvero importanti», i volontari hanno garantito un “supporto” alle comunità colpite dal terremoto del Centro-Italia e ora «possono fare davvero molto nel post-emergenza, se parliamo di ricostruire nel senso di fare prevenzione imparando dalle esperienze», ha detto il capo della Protezione civile, spiegando che «i volontari possono essere sentinelle costantemente presenti, delle cartine di tornasole su ciò che funziona e ciò che deve essere potenziato nella quotidianità». Per Curcio «possono davvero far fare uno scatto in avanti alla preparazione delle proprie comunità, aiutando, anche con una comunicazione chiara, semplice, condivisa, a comprendere correttamente i rischi e cosa ognuno di noi può fare per mitigarli».

Sindaco di Ussita: dimissioni irrevocabili
«Le mie dimissioni sono irrevocabili. Ma il mio impegno proseguirà più forte di prima, da semplice cittadino, a servizio della comunità», ha ribadito oggi, all’indomani delle dimissioni presentate a seguito dell' inchiesta della Procura di Macerata sul camping Il Quercione, il sindaco di Ussita Marco Rinaldi. «La mia decisione - ha aggiunto Rinaldi - non è frutto della stanchezza o dell'effetto psicologico dovuto all'emotività, ma di un ragionamento che sto portando avanti da qualche tempo». La montagna «muore - ha detto ieri il sindaco - la ricostruzione post terremoto non parte, e se il quadro legislativo resta questo, non partirà mai». Quasi tutta Ussita, come Visso e Castelsantangelo, è in area
«asseritamente vincolata da inedificabilità assoluta, perché sta nella Zona R4 e all'interno del Parco dei Monti Sibillini», ha detto Rinaldi, che da tempo sollecita una microzonazione sismica di terzo livello. Se così stanno le cose, osserva, «niente prefabbricati, non una casetta di legno, non un solo ripristino
dei vecchi impianti sportivi, compreso il Palaghiaccio».

Loading...

Decaro (Anci): Rinaldi non si dimetta
«Capisco la fatica che sente il sindaco di Ussita Marco Rinaldi, da mesi alle prese con un’emergenza delle più gravi vissute nel nostro Paese», ma «a nome dei sindaci italiani voglio dire al primo cittadino di Ussita che siamo tutti con lui. Che sentiamo quella responsabilità sulle nostre spalle così come la sente lui. Che
lavoriamo per onorarla, insieme con lui», ha detto il presidente dell’Anci Antonio Decaro rivolgendosi a Rinaldi, «con tutta la forza» che gli dà il suo «essere voce di ottomila sindaci italiani, l’esplicito invito a non lasciare, a non dimettersi».

Protestano i cittadini di Visso
«Ci siamo. E nessuno potrà portarci via. Entriamo nella piazza di Visso. I politici
sono entrati, entriamo anche noi. È casa nostra. Non ce lo potete impedire». Insulti e spintoni alla manifestazione stamattina a Visso dei cittadini dei Comuni che hanno sottoscritto il 'Patto della montagna (Castelsantangelo sul Nera, Preci, Ussita e Visso): circa 150 manifestanti hanno tentato di entrare nella zona rossa sfondando la barriera di carabinieri, finanza e polizia davanti l'arco d'accesso alla piazza. Alla fine una decina di manifestanti sono entrati in piazza e hanno gridato, tenendosi per mano: «Viva Visso. Viva Ussita. Viva Castello». Durante la manifestazione, che si è tenuta subito prima sulla piazzetta delle Poste, hanno lanciato idee di proteste eclatanti: «Ci sdraiamo sull'autostrada» e
ancora: «Seghiamo l'acquedotto, così la Regione si sveglia». Presente il sindaco dimissionario di Ussita Marco Rinaldi, mentre non c'erano i sindaci degli altri Comuni.

Compie un mese il Cinema Paradiso di Amatrice
Intanto “Cinema Paradiso Amatrice” compie un mese. A 30 giorni dalla conferenza stampa dall'inaugurazione, con il sindaco Pirozzi, il ministro della cultura Franceschini, il presidente dell'Anica Rutelli, l'ad di Rai Cinema Del Brocco, il direttore del Centro Sperimentale di Cinematografia, Foti, il primo bilancio, sottolineano oggi dal Mibact, «è estremamente positivo».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti