La nuova serie

Terzo tempo, il podcast che racconta la nuova vita degli atleti dopo il ritiro

Andrea Zorzi, Fiona May, Antonio Cabrini, Diana Bianchedi e altri sportivi e sportive raccontano gioie e dolori della loro carriera e la loro vita dopo le scarpe appesa al chiodo

di Gaia Brunelli

4' di lettura

Sono medaglie che emozionano quelle che i nostri atleti stanno inseguendo alle Olimpiadi, ma come sempre c'è anche un'altra faccia, quella di chi ha toccato l'apice e poi ha dovuto fare i conti con la realtà. All'interno di “Terzo Tempo”, la nuova serie podcast prodotta da Il Sole 24 Ore in esclusiva per gli abbonati Audible , sentirete le voci di grandi campioni dello sport che racconteranno la loro vita di grandi successi ma anche di superamento di gravosi ostacoli o semplicemente di scelte di vita diverse da quelle che chiunque si sarebbe aspettato.

La vita dopo l’agonismo

L'esempio più lampante è la storia di Niccolò Campriani che alle Olimpiadi ha vinto 3 medaglie d'oro e una d'argento con il tiro a segno, ma ha deciso di abbandonare anzitempo l'attività per costruirsi un futuro che lo rendesse felice davvero. Oggi è l'allenatore di 3 ragazzi rifugiati di guerra che mai avevano preso in mano una carabina. La passione e la speranza che hanno messo in questo progetto ha fatto sì che due di loro siano oggi a Tokyo a lottare per il loro diritto di avere successo nella vita.Esattamente come Assunta Legnante che ha gareggiato come normodotata fino a quando non ha dovuto rinunciare a vedere il mondo attraverso i suoi meravigliosi occhi. Oggi è una campionessa nel getto del peso, si sta allenando con passione, determinazione e impegno per presentarsi al meglio alle Paralimpiadi dove ci sarà una spedizione record per la delegazione azzurra: 113 atleti impegnati in 16 delle 22 discipline previste. E per la prima volta le donne (61) superano gli uomini (51). Alle Paralimpiadi, in programma dal 24 agosto al 5 settembre a Tokyo, Assunta Legnante ha già fatto sapere di voler vincere il suo terzo oro dopo quelli conquistati a Londra 2012 e a Rio de Janeiro 2016.

Loading...

Ascolta Terzo tempo su Audible

Più forti degli infortuni

In “Terzo Tempo” troveremo anche Diana Bianchedi che nella scherma insieme a Trillini e Vezzali ha vinto due ori olimpici. Poi un brutto infortunio l'ha fermata, ma è stato solo un monito per andare avanti. Oggi è coordinatrice del progetto delle Olimpiadi di Milano Cortina 2026, fa parte del panel degli esperti Uefa in tema di doping, è mamma di due ragazzi e in totale, nella sua vita, ha partecipato con ruoli diversi a 8 Giochi Olimpici.

La passione di Fiona May e Antonio Cabrini

Instancabile come Fiona May, due argenti alle Olimpiadi e una passione innata trasmessa alla figlia che oggi ci fa emozionare e sperare in un futuro splendente nel salto in lungo.Dalle Olimpiadi al calcio, quello dei campioni d'Europa che abbiamo festeggiato neanche un mese fa. Antonio Cabrini ci racconta cosa significhi arrivare sul tetto del mondo con la maglia azzurra e allo stesso tempo svegliarsi la mattina con il fisico che ti chiede il conto. Oggi motivatore nelle aziende, il Bell'Antonio racconta di sé più di quanto si possa immaginare.Calciatore come Patrizia Panico che si è fatta strada in un mondo prettamente maschile e dopo essere stata inserita nello staff di Nicolato in Under21 (prima volta in assoluto per una donna), oggi ha scelto di andare ad allenare la Fiorentina femminile in questa sua nuova avventura calcistica.

Lo sport dopo il professionismo

Lo racconta in tv il calcio, invece, Dario Marcolin che è stato un pilastro della nostra Under21. Oggi è uno dei commentatori tecnici più apprezzati, ma soprattutto tra gli ex calciatori è uno dei giocatori di padel più richiesti. È lo sport del momento e sta appassionando davvero tutti. Dario ci racconta i segreti del padel e del suo successo, ma soprattutto rivive con noi match incredibili con Totti, Di Biagio e De Rossi.Stefano Pescosolido rimane un integralista del tennis. Per ora niente padel. A Sky Sport è uno dei primi commentatori tecnici di tutti i tornei più importanti del circuito Atp e Wta. In azzurro è stato uno dei grandi protagonisti della Coppa Davis, nel bene e nel male.

Zorro, dalla palestra al teatro

Proprio come Andrea Zorzi che con la maglia della nostra Nazionale ha vissuto gioie e delusioni. Lui e “la squadra del secolo” (soprannominato così il team di volley azzurro negli anni '90) hanno vinto soltanto un argento ad Atlanta nel '96. Oggi Andrea Zorzi ha scelto di dedicarsi al teatro insieme alla moglie e, vi assicuro, sembra che lo faccia da una vita.A teatro dove troverete anche Martina Colombari che ha vissuto da vicino ambienti sportivi molto differenti tra loro: da Alberto Tomba ad Alessandro Costacurta, dallo sci al calcio, attraverso la formazione di una donna che ha dovuto allenarsi più di tutti per sfilare in passerella, per recitare, per seguire le sue passioni e per arrivare alla sua definitiva realizzazione personale.Tutte le storie e le parole che troverete all'interno del podcast “Terzo Tempo” sono uno stimolo in più per provare a credere in sé stessi, per sapersi rialzare dopo una caduta, per tentare di far valere i propri diritti, per una medaglia alle Olimpiadi, per una risata strappata al pubblico, per un rovescio vincente o per un gol all'incrocio.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti