elettriche

Tesla Model 3, il lancio si avvicina. Ecco le caratteristiche

di Corrado Canali

2' di lettura

E' sempre Elon Musk a dettare i tempi per l'ormai imminente lancio della Model 3, la vettura ordinata da oltre 400mila acquirenti che andrà in produzione a luglio e che metterà nel mirino l'Audi A4, piuttosto che la Bmw Serie 3 o la Mercedes Classe C. Nei giorni scorsi il fondatore di Tesla ha fornito, infatti, qualche informazione in più in vista dell'importante operazione di mercato. A luglio, dunque, verranno prodotte un migliaio di Model 3, numero che, però, dovrebbe raddoppiare già ad agosto per arrivare in settembre a 4.000 vetture al mese. Entro fine anno, poi, la produzione salirà fino a 5.000 unità alla settimana in vista dell'obiettivo di raddoppiare la cifra entro fine 2018.

Tesla Model 3, tutte le nuove foto

Tesla Model 3, tutte le nuove foto

Photogallery5 foto

Visualizza

Numeri ambiziosi considerato che al momento la produzione di Testa è di circa 2.000 Model S e Model X alla settimana. Ma compatibile con le intenzioni di Musk di arrivare ad assemblare circa 430.000 Model 3 entro la fine del 2018, delle quali la metà destinate ai mercati al di fuori degli Stati Uniti. Una cifra che se centrata sarebbe molto vicina al limite di produzione degli impianti Tesla che è stimato in circa 500.000 unità all'anno. E veniamo, invece, ai dettagli tecnici dell'ormai prossima Model 3: inizialmente la trazione sarà soltanto posteriore, mentre la versione a doppio motore e a trazione integrale, arriverà soltanto nel corso del 2018, a lancio ormai avviato.

Loading...

La seconda informazione rivelata è che la Model 3 avrà batterie da 75 kWh per un'autonomia dichiarata di 345 km. Visto poi che la vettura si candida a diventare la Tesla per tutti dal momento che avrà un prezzo negli USA di circa 35.000 dollari, si è deciso di fare qualche risparmio optando, ad esempio, per le maniglie tradizionali e non a scomparsa come, invece, succede sul resto della gamma. All'interno della Model 3, poi, lo schermo piatto a sfioramento sarà unico e concentrerà sia la strumentazione che l'infotainment. Detto questo, non mancherà una variante “cattiva” che come da tradizione in Tesla sarà contraddistinta dalla lettera P che sta per Performance ed è attesa per la fine del 2018. Elon Musk ha, poi, confermato che è prevista anche una Model Y e cioè una Model 3 in versione crossover e cioè con un look da off-road e una carrozzeria più rialzata da terra, sia pure leggermente. Ma ci vorrà però ancora qualche anno per vederla su strada.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti