LA SFIDA DELLA RETE 

Tesla a quota 2.000 stazioni di ricarica nel mondo

Il brand californiano oltre ai nuovi modelli in arrivo punta ad una sempre più capillare rete di Supercharger. Una sfida che è alla base dell'utilizzo il più vasto possibile che si richiede ad un'auto elettrica già nei prossimi anni

di Corrado Canali

default onloading pic

Il brand californiano oltre ai nuovi modelli in arrivo punta ad una sempre più capillare rete di Supercharger. Una sfida che è alla base dell'utilizzo il più vasto possibile che si richiede ad un'auto elettrica già nei prossimi anni


2' di lettura

È boom di vendite di modelli elettrici. Di tutte le taglie oltre che per tutte le tasche. Anche Tesla che è fra i precursori della soluzione a batteria dimostra, però, di essere consapevole che una rete di ricarica la più capillare possibile non potrà che essere in futuro un valore aggiunto nella scelta di un modello elettrico.

L'ultimo dato che la società di Elon Musk ha ufficializzato è quello delle 2.000 stazioni operative in 41 Paesi al mondo per un totale di 18.000 colonnine o come le hanno ribattezzate in Tesla di Supercharger. Quattro di queste sono stati inaugurate di recente in Olanda, Arizona, Cina e a Taiwan. Delle 2.000 stazioni complessive, 520 sono sono operative in Europa per un totale di 5.000 Supercharger in 29 Paesi che hanno consentito ai possessori di Tesla di percorrere oltre 2 miliardi di chilometri dal 2013 ad oggi.

Di questi chilometri oltre 84 milioni sono stati garantiti dalle 33 stazioni operative sul territorio italiano per complessivi 300 Supercharger. Proprio il mercato italiano è sempre più nel mirino di Tesla visto di recente è stata annunciata l'apertura di due ulteriori Centri Tesla dopo quelli di Milano, Padova e Brescia, a Roma già operativo, mentre fra agosto e settembre lo sarà quello di Bologna. Da segnalare che il nuovo centro nella Capitale è anche abilitato come Delivery Center per la consegna delle auto direttamente al domicilio del cliente così come lo sarà quando verrà inaugurato quello di Bologna.

Un'espansione del brand californiano sul territorio italiano che si spiega con l'incremento delle vendite di modelli elettrici sul mercato nazionale che non a caso alla fine di giugno ha fatto registrare una crescita del 530% rispetto all'anno scorso e con la Model 3, l'ultimo modello di Tesla arrivato.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti