Buono poliennale

Tesoro, a novembre verrà lanciato un nuovo BTp Futura

L’annuncio è stato dato dal direttore generale Alessandro Rivera durante una conference call. Secondo le anticipazioni il titolo, come nella precedente edizione di luglio, avrà cedole semestrali e uno step up

di Nicola Barone

default onloading pic
(Imagoeconomica)

L’annuncio è stato dato dal direttore generale Alessandro Rivera durante una conference call. Secondo le anticipazioni il titolo, come nella precedente edizione di luglio, avrà cedole semestrali e uno step up


2' di lettura

Arriverà a novembre un nuovo BTp Futura riservato agli investitori privati. L’annuncio è stato dato dal direttore generale del Tesoro Alessandro Rivera durante una conference call. Secondo le anticipazioni il titolo, come nella precedente edizione di luglio, avrà cedole semestrali e uno step up e le caratteristiche «saranno ulteriormente dettagliate venerdì 6 novembre a partire dai tassi minimi per i sottoscrittori».

La sottoscrizione potrà continuare fino al 13 novembre. Come nel precedente BTp Futura ci sarà un premio minimo dell'1% che può crescere fino a un massimo del 3%, «con previsioni di rimbalzo dell'economia nel 2021 e 2022, ciò significa aumentare la probabilità di incassare il massimo premio per invogliare ulteriormente sottoscrizioni».

Loading...

Stavolta scadenza a otto anni

Per andare incontro alle esigenze del mercato retail, il nuovo BTp Futura avrà scadenza a otto anni e non decennale come nell'emissione dello scorso luglio. Davide Jacovoni, dirigente generale del Tesoro per il debito pubblico, anticipa che il collocamento avverrà dal 9 al 13 novembre sul Mot. «I sottoscrittori potranno aderire per l'intera giornata dalle 9 alle 17,30, in banca o all'ufficio postale o online online, anche in questo caso sappiamo per certo che le banche continueranno ad agevolare l'acquisto con prenotazione telefonica o attraverso altri strumenti». Il premio a scadenza compreso nella forchetta 1-3%, valido per i soli investitori che manterranno il BTp Futura fino a scadenza, verrà erogato in funzione del tasso di crescita nominale del Pil a partire dal 2021. «Le previsioni di crescita - sottolinea Jacovoni - sono del 6,8% nel 2021, del 5% nel 2022 e del 3,7% 2023: in questo primo triennio di valutazione si prevede una crescita nominale media ben superiore al 3%, che depone a favore di una più elevata probabilità di beneficiare di un premio vicino al massimo» del 3 per cento.

Al via dai prossimi mesi i BTp green

Quanto all'emissione dei BTp “green”, attesi dal mercato, la possibile finestra per il varo della prima emissione dedicata agli istituzionali potrà avvenire tra la fine dell'anno e l'inizio del 2021. «Stiamo per finalizzare il Sovereign Green Bond Framework - afferma Rivera - che illustrerà tutti i settori di spesa del bilancio dello Stato che saranno interessati dalle emissioni dei BTp Green, che inizieranno nei prossimi mesi e proseguiranno negli anni». Nel framework «chiariremo tutti gli aspetti operativi e legali e le modalità di redicontazione delle spese dei fondi raccolti che è un aspetto molto importante per gli investitori in questa tipologia di titoli».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti