macchinari

Tessuto non tessuto, Ramina triplica e premia il lavoro

di Silvia Pieraccini

 L’impianto a ciclo continuo che raddoppia la produzione

2' di lettura

In un anno particolare e condizionato dalla pandemia, Ramina - una realtà tra le più innovative nella costruzione di macchine e impianti chiavi in mano per il settore dei tessuti non tessuti (TNT) con trent’anni di esperienza e quartier generale a Grantorto, in provincia di Padova - ha chiuso il 2020 con un fatturato di 40,5 milioni di euro, triplicandolo rispetto al 2019.
«Il nostro settore è stato letteralmente subissato di richieste, complice il nuovo assetto determinato dallo scoppio della pandemia da Covid-19. – spiega Graziano Ramina, titolare e direttore generale - Il numero delle commesse è incrementato sensibilmente, a fronte della necessità diffusa di produrre un grande numero di dispositivi di protezione individuale, le mascherine realizzate con il ‘tessuto non tessuto', e non solo». Più lavoro e quindi maggiori sforzi per la catena produttiva, fattori che hanno indotto i vertici di Ramina a premiare con un bonus i propri collaboratori: «Le nostre donne e i nostri uomini sono la vera forza dell’azienda e a loro abbiamo voluto dimostrare la nostra gratitudine per il senso di appartenenza e l’impegno profuso in piena emergenza sanitaria», sottolinea Mariano Ramina, titolare e direttore tecnico.
Nonostante la congiuntura economica difficile non c’è stato bisogno di ricorrere alla cassa Covid «né ad altri ammortizzatori sociali – sottolinea Elena Ramina, direttore commerciale –. Anzi, negli ultimi dodici mesi abbiamo creato posti di lavoro dando il via all’assunzione di venti nuovi collaboratori. Una scelta che ci rende orgogliosi».
Ramina punta su alta qualità, tecnologia Made in Italy ed elevata affidabilità. L’azienda costruisce macchine e impianti chiavi in mano per il settore del TNT, che partono dalla lavorazione della fibra alla realizzazione di prodotti finiti in rotoli e pannelli per l’industria dell’igienico e medicale, delle costruzioni, dell’arredamento, dell’automotive e altri settori industriali. “Leonardo 1.0”, progettato e realizzato da Ramina, è un impianto tecnologico attivo a ciclo continuo 24 ore su 24, è una tecnologia coperta da brevetto per innovazione e che consente di raddoppiare la produzione di tessuto non tessuto rispetto ad altre tecnologie presenti sul mercato.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti