ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùMedia e Tv

Tf1 e M6 deboli alla Borsa di Parigi dopo stop al progetto di fusione

L'operazione è stata annullata perché i paletti Antitrust la privavano della «logica industriale»

di Flavia Carletti

(Hans Lucas via AFP)

1' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - La decisione di non procedere al matrimonio tra Tf1 e M6 sta mettendo sotto pressione i titoli dei due gruppi tv francesi alla Borsa di Parigi. Quando il Cac40 è in calo di un punto percentuale, fuori dal segmento principale, i titoli Tf1 perdono il 3,7% e quelli di Metropole tv (M6) il 2,8%, dopo aver ceduto in avvio di contrattazioni anche oltre il 5%. Venerdì, Tf1 e M6 hanno annunciato di aver abbandonato il progetto di fusione, indicando che non aveva «più alcuna logica industriale» di fronte alla richiesta dell'Antitrust francese di vendere uno dei due canali televisivi per avere il via libera all'operazione. Tf1 è il primo canale tv in Francia e M6 è il terzo. «Bouygues, RTL Group, TF1 e il gruppo M6 mettono oggi fine al progetto di fusione dei gruppi Ft1 e M6, annunciato il 17 maggio 2021», è stato comunicato in una nota, spiegando che di fronte al fatto che solo «la cessione di uno dei canali tra Ft1 e M6 avrebbe permesso di avere l'autorizzazione all'operazione», il progetto «non presentava più alcuna logica industriale». L'autorità per la concorrenza si è quindi limitata a «prendere atto» della rinuncia da parte di Bouygues a portare avanti il progetto di acquisizione del controllo esclusivo di Metropole Television. I gruppi che erano interessati a portare avanti l'operazione ritengono comunque che l'Autorità non ha tenuto conto della velocità con cui il settore audiovisivo si sta trasformando e che l'operazione avrebbe avuto senso e avrebbe permesso di affrontare meglio le sfide e la concorrenza delle piattaforme internazionali.

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti