Agroalimentare

The European House-Ambrosetti: la Valtellina prossima Food Valley d’Italia

Già patria di diverse Doc e Dop, la provincia di Sondrio sa aggiungere al concetto di alimentazione di qualità quello di benessere

di Micaela Cappellini

(www.matteozanga.it - stock.adobe.com)

2' di lettura

Addio modello Emilia Romagna e Food Valley. Il futuro dell’agroalimentare italiano, la sua evoluzione 2.0, è il “modello Valtellina”. A sostenerlo sono gli esperti The European House-Ambrosetti. La Valtellina è la terza provincia italiana per impatto economico territoriale dei prodotti a base di carne certificata (dopo Parma e Udine). Produce un numero considerevole di eccellenze del Made in Italy: dalla Bresaola IGP (80% di tutta la bresaola
nazionale) al Casera Dop, dal Bitto ai Pizzoccheri Igp, dai vini Docg alle mele Igp. Ma soprattutto, s tando alle analisi dei bilanci delle aziende italiane di Food&Beverage, nella provincia di Sondrio il comparto cresce oltre tre volte più velocemente dei principali benchmark nazionali. E tra il 2015 e il 2019 il fatturato delle aziende valtellinesi dell’agrifood è cresciuto del 6,2%, contro un +1,4% del settore in Lombardia e un +1,8% in Italia.

Cosa fa della Valtellina il nuovo ombelico dell’agrifood italliano? Il fatto di abbinare al connubio cibo-territorio, già sfruttato dalla Food valley emiliana, il fattore sport. La provincia di Sondrio, insomma, non punta solo sull’alimentazione intesa come qualità, ma sull’alimentazione intesa come salute. Nella sfida per la crescita del comparto agroalimentare, insomma, vincerà chi saprà costruire una correlazione tra sana alimentazione, vita attiva e benessere.

Loading...

La provincia di Sondrio ha già oggi un'incidenza del numero di imprese attive nel settore agroalimentare (quasi 2.500, 18,7% del totale delle imprese del territorio) di 3,3 volte superiore rispetto alla media della Lombardia,un'incidenza del numero di occupati (oltre 6.500, l'11,7% del totale degli occupati della provincia) superiore di 3,5 volte alla media della Lombardia, mentre l'incidenza dell'export (96,3 milioni di euro, il 13,3% del totale della provincia) è quasi doppia se confrontata con quello della regione di appartenenza. Infine, è la prima provincia lombarda per numero di prodotti agroalimentari tradizionali (42, il 16% dell'intera Regione).

Per questi motivi The European House-Ambrosetti ha scelto Bormio per il suo 5° Forum Food della Community Food&Beverage, che si svolgerà il 4 e il 5 di giugno prossimi e sarà dedicato alla triade agroalimentare, alimentazione e sport.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti