ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTlc

Tim allunga in Borsa prima del Cda su Kkr, focus su asse con Open Fiber

Il titolo è arrivato a guadagnare anche più di 8 punti, dopo lo stop in volatilità. Attesa anche per la valutazione degli advisor sulla potenziale valorizzazione della società con il riassetto industriale proposto dal management

di Andrea Fontana

(Bloomberg)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Nuovo strappo in Borsa dei titoli Telecom Italia sostenute dall'avanzare del dossier della rete unica, con le valutazioni in corso da parte del Mef che potrebbero aprire all'accordo con Cdp sulla alleanza tra Tim e Open Fiber, ma anche dal cda di domenica su Kkr e le valutazione degli advisor sulla potenziale valorizzazione della società con il riassetto industriale proposto dal management. Le azioni, che sono anche state fermate in asta di volatilità, salgono anche più dell'8%. Il recupero è comunque insufficiente a ricucire il crollo delle quotazioni dell'ultimo mese.

Il 10 marzo, secondo quanto ricostruito da Il Sole 24 Ore, si è tenuto un incontro al ministero dell'Economia e delle Finanze per valutare di autorizzare Cassa Depositi e Prestiti, azionista di controllo di Open Fiber, a siglare un memorandum di intesa con Tim sul progetto di realizzazione della rete unica di banda larga. Un'intesa è funzionale alle offerte per i bandi imminenti sulla infrastruttura ma allo stesso tempo dovrebbe avere un peso in vista del cda di domenica 13 marzo chiamato a prendere una posizione sulla manifestazione di interesse presentata dal fondo Kkr a novembre. Il fondo di private equity aveva chiesto l'accesso a una due diligence funzionale alla presentazione di un'opa a 0,505 euro per azione, prezzo che se confermato rappresenterebbe un premio del 70% sui valori attuali di Borsa.

Loading...

Secondo una casa di investimento, l'esito del cda non è scontato perché da una parte i consiglieri di Tim, davanti anche al pressing di fondi azionisti come Kairos, potrebbero aprire le porte alla due diligence per il fondo, dall'altra il percorso avviato con il nuovo piano industriale approvato all'unanimità e le valutazioni degli advisor scelti dal comitato dei consiglieri indipendenti sembrerebbero andare nella direzione di non puntare sull'offerta di Kkr. Gli advisor Goldman Sachs e Lion Tree, secondo quanto riportato da Bloomberg, avrebbero valutato tra 1 euro e 1,30 euro la potenziale valorizzazione di Tim in caso di esecuzione del piano industriale e di creazione della rete unica. Alla fine, il cda potrebbe decidere di non ammettere Kkr alla due diligence ma di invitare il fondo a fare una offerta vincolante. Per Akros le indiscrezioni emerse sono positive per il titolo anche se probabilmente continuerà la volatilità anche dopo l'esito del cda.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti