ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTlc

Tim ancora tra le migliori, attesa per trattative su rete unica e offerte fondi

Le quotazioni continuano a beneficiare del newsflow relativo al progetto di rete unica e al possibile interesse di soggetti terzi per alcuni asset del gruppo

di Paolo Paronetto

(Bloomberg)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Telecom Italia ancora in evidenza a Piazza Affari, dove i titoli del gruppo di tlc fanno nettamente meglio del FTSE MIB e guadagnano oltre tre punti, dopo il +8,4% del 24 marzo. Le quotazioni continuano a beneficiare del newsflow relativo, da una parte, al progetto di rete unica e, dall'altra, al possibile interesse di soggetti terzi per alcuni asset del gruppo. Sul primo fronte secondo indiscrezioni dovrebbero ripartire a breve le interlocuzioni tra Tim e Cdp per la realizzazione della rete unica. In questo senso sarebbe prevista la firma di un accordo di riservatezza a inizio aprile. Potrebbe inoltre arrivare a breve un'offerta da parte del fondo Cvc per alcuni asset della futura ServCo, la società dei servizi che costituirà una delle due gambe della futura Tim disegnata dal piano dell'a.d. Pietro Labriola e che interessa anche a Vivendi. Il tutto mentre rimane sullo sfondo l'offerta di Kkr, che appare meno compatibile con i progetti di Labriola, anche se il fondo ha precisato di non essere pregiudizialmente contrario alla rete unica.

«Pensiamo che il titolo possa beneficiare del newsflow relativo alle ipotesi di interesse per i vari asset del gruppo e di ripresa delle discussioni per la rete unica, anche se venisse meno l'opzione Kkr», commentano gli analisti di Equita. «Un'offerta» per alcuni asset di Tim, nota da parte sua Bestinver, «potrebbe dare al mercato un parametro di riferimento per altri parti di Tim, consentendo agli investitori di capire meglio il valore intrinseco di ServCo». Quanto a Kkr, secondo Bestinver la richiesta di paletti meno rigidi rispetto al passato, «senza menzionare i tempi del processo e definendo un perimetro di analisi più piccolo», potrebbe «finalmente portare Tim a consentire al fondo di avviare la due diligence».

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti