ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùtlc

Tim avanza in Borsa spinta dalle intese con Google e Santander - I conti

Tim accelera a Piazza Affari. A spingere il titolo sono le indicazioni emerse sulla partnership strategica annunciate ieri con Google e dall’accordo con Santander

di Andrea Biondi


default onloading pic
(Reuters)

2' di lettura

Telecom Italia, dopo un avvio sotto tono, ha ingranato la quarta a Piazza Affari, dopo che sono usciti dettagli sia sulla joint venture con Santander, sia sulla partnership che verrà creata con Google Cloud. I titoli - come segnalato da Radiocor - segnano un rialzo del 3,6% attestandosi a 0,55 euro.

Gli analisti di Equita hanno raccomandato un “Buy” sulle azioni, pur sottolineando che i conti del terzo trimestre rappresentano un business debole in Italia. «La flessione dei ricavi rappresenta un’area di attenzione, che dovrà essere ben spiegata nel corso della conference call, ma pensiamo che oggi possa prevalere il flusso di notizie sulle operazioni inorganiche», hanno commentato gli esperti.

In effetti oltre alla trimestrale, Telecom ha annunciato una serie di iniziative come la partnership con Google Cloud, lo spin off dei data center e la joint venture che sarà creata con il Santander. Inoltre è stato confermato che sta andando avanti il processo per la potenziale operazione su Open Fiber da parte di Tim in partnership con uno o più fondi infrastrutturali, la cui selezione è in corso.

«La newco del computing potrà essere valorizzata con la cessione di una minoranza a un fondo o sul mercato», hanno commentato gli analisti di Equita che così mettono in conto «un'emersione di valore significativa per Tim, attorno almeno 10%».

Nell’ambito del cloud computing, che ieri ha visto Tim annunciare una partnership con Google Cloud, Telecom Italia creerà dunque una newco che controllerà i propri data center. «Saranno invitati investitori infrastrutturali – si legge nei documenti di Telecom in preparazione per la conference call con cui saranno illustrati i dati del trimestre e dei nove mesi – a entrare nel capitale della società per sostenerne l’espansion. La successiva quotazione sarà presa in considerazione».

Arrivano i maestri digitali, parte mega-progetto Tim

I sottolineano che il gruppo di tlc ne manterrà il controllo. La newco avrà ricavi stimati per 500 milioni nel 2020 e l’obiettivo di raggiungere un miliardo di giro d'affari nel 2024. L'ebitda al 2024 dovrebbe raggiungere i 400 milioni. L'operazione non impatterà sul capex. Telecom ricorda che il mercato del cloud sta crescendo a un tasso superiore al 20% all'anno.

Quanto alla trimestrale, i numeri non sono stati esaltanti secondo gli esperti, a parte il fatto che è calato il debito. Nel dettaglio i ricavi si sono portati a 4,4 miliardi di euro, in calo del 6,1% su base organica. L'ebitda è stato di 2 miliardi di euro (-4,5%), con un margine sui ricavi del 44,6% (+0,7). È migliorato l’indebitamento finanziario netto rettificato, riducendosi a 24,3 miliardi (25.270 milioni di euro al 31 dicembre 2018).

La società ha precisato che «prosegue l’annunciato percorso di riduzione dell'indebitamento grazie ad una solida generazione di cassa operativa, principalmente sul mercato domestico, ottenuta attraverso la continua riduzione dei costi e l'ottimizzazione del capitale circolante».

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...