AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca e sfrutta l'esperienza e la competenza dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni. Scopri di piùTlc

Tim cala ancora nel giorno del cda, torna a livelli pre Kkr

L'azione era crollata del 9% con le indiscrezioni secondo cui il cda sarebbe intenzionato a lasciar cadere l'offerta di Kkr mettendo sul piatto un coinvolgimento del fondo in NetCo

di Cheo Condina

(IMAGOECONOMICA)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Non si ferma l'emorragia per il titolo Telecom Italia, nel giorno in cui il cda è chiamato ad approvare i conti 2021 e il nuovo piano messo a punto dall'ad Pietro Labriola. Va ricordato, l'azione era crollata del 9% soprattutto in scia alle indiscrezioni riportate da Bloomberg secondo cui il cda sarebbe intenzionato a lasciar cadere l'offerta di Kkr mettendo invece sul piatto un coinvolgimento del fondo direttamente in NetCo. Indiscrezioni «prive di fondamento» secondo un portavoce della società; è pur vero in ogni caso che il titolo con oggi si è riportato ai livelli di metà novembre, cioè prima che fosse formalizzata l'ipotesi di un'Opa da parte di Kkr a 0,5 euro per azione.

Il focus del board sarà comunque su dati e piano. Secondo indiscrezioni di stampa, i risultati dovrebbero evidenziare una svalutazione di asset per 4 miliardi - «un elemento non rilevante per il mercato, tanto più legato al ricalcolo del tax asset che aveva portato a un profitto non cash di 7 miliardi nel 2020», sottolinea Equita - e quindi una perdita netta tale da indurre a cancellare il dividendo alle ordinarie, «come atteso dal mercato, mentre ci aspettiamo che si mantenga il dividendo alle risparmio», aggiunge il broker.

Loading...

Dovrebbe inoltre essere fatto un accantonamento da 540 milioni relativo all'accordo con Dazn, in fase di rinegoziazione (elemento che potrebbe essere cash e quindi più sensibile anche se non inatteso) - come anticipato dal Sole 24 Ore - che precorre un intervento sulla concurrency, cioè la possibilità di vedere gli stessi contenuti da parte di più utenti registrati sotto lo stesso contratto) a partire dalla stagione 2022/23.

Il nuovo piano includerebbe anche un importante intervento volontario sul personale, con uscite per 8.000 persone al 2024 tra pensionamenti anticipati e uscite volontarie. In parallelo la società avrebbe anche avuto incontri con le agenzie di rating per spiegare le linee del piano e segnalare interventi correttivi sul debito quali la cessione della quota in Inwit.

Infine, per quanto riguarda le altre voci di bilancio, secondo i dati diffusi dal consensus degli analisti e pubblicati sul sito del gruppo, ricavi ed ebitda dovrebbero risultare in calo. In particolare il fatturato per il 2021, nella media delle stime, è atteso in discesa dell'1,6% a 15,37 miliardi di euro mentre l'ebitda organico è stimato in calo del 9% a 6,2 miliardi. L'ebitda organico after leasing è previsto scendere dell'11% a 5,4 miliardi di euro.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti