ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTlc

Tim corre in Borsa dopo trimestrale e conferma guidance

Positive le reazioni degli analisti, che hanno apprezzato soprattutto la traiettoria verso cui si dirige il gruppo

di Chiara Di Cristofaro

(REUTERS)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Scatta al rialzo il titolo Telecom Italia dopo le incertezze iniziali e sale in testa al FTSE MIB con un progresso arrivato anche oltre i cinque punti. Le azioni avevano aperto in calo del 4% ma hanno subito recuperato e sono anche state fermate in volatilità. Il gruppo ha dato numeri sul trimestre leggermente migliori delle attese e ha confermato la guidance. Positive le reazioni degli analisti, che hanno apprezzato soprattutto la traiettoria verso cui si dirige il gruppo. Intermonte sottolinea che i ricavi domestici e l'ebitda sono stati migliori delle attese e in linea con la traiettoria implicita nella guidance di quest'anno, mentre l'indebitamento netto è stato in linea con le previsioni.

In generale, per gli analisti, il trend operativo del trimestre è apparso molto sostenuto, con miglioramenti sia sul mobile che sul fisso. Intermonte ha poi alzato le stime che sono ora allineate con i target della società, dopo i dati. La stima degli analisti sul debito netto 2022 è a 20,7 mld, il rating è buy e il target price a 0,43 euro per azione, con i temi speculativi che sostengono le quotazioni su diversi fronti. «Riteniamo che il mercato stia significativamente sottovalutando il valore di break-up di Tim e l'upside concreto che deriva dal piano del nuovo Ceo Labriola». Gli analisti di Barclays definiscono i dati «migliori di quanto temuto», con un focus sul piano strategico.

Loading...

Anche Deutsche Bank si concentra sulle azioni strategiche, importanti per la riduzione del debito e il miglioramento del free cash flow. Per Equita, che ha un giudizio hold con target price a 0,39 euro il terzo trimestre domestico è leggermente migliore delle attese, grazie al mobile. Inoltre Equita sottolinea che «la decisione di rinunciare al riallineamento fiscale dell`avviamento consente a Tim di recuperare l`imposta sostitutiva (692 milioni di cui 1/3 già pagati e 2/3 dovuti nel 2022-23). Questo è un segno, a nostro avviso, della priorità dell`azienda sulla cassa a breve termine rispetto ai vantaggi fiscali a lungo termine».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti