ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTlc

Tim corre a Milano, interesse del fondo Cvc per la futura EnterpriceCo

Il fondo inglese è interessato in particolare, secondo quanto confermano a Radiocor, ai business di Noovle, Olivetti e Telsy, controllate di Telecom

di Simona Rossitto

(Bloomberg)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor ) - Il titolo Telecom Italia guadagna in Borsa ed è tra le migliori del FTSE MIB, reagendo alle indiscrezioni riportate da Il Sole 24 Ore e dal Messaggero sull'interesse del fondo Cvc per una parte del gruppo. Il fondo inglese è interessato in particolare, secondo quanto confermano a Radiocor, ai business di Noovle, Olivetti e Telsy, controllate di Telecom. Nel piano dell'ad Pietro Labriola è infatti prevista la scissione di Telecom Italia in quattro business principali: rete, servizi, consumer ed enterprise. Quanto a quest'ultimo business, il progetto è riunire Telsy (cybersecurity), Noovle (cloud) e Olivetti (IoT) in un'unica società denominata EntepriceCo su cui si concentra oggi l'interesse del fondo britannico. Nei mesi scorsi Cvc aveva avuto un abboccamento anche con Kkr che poi ha presentato, a novembre scorso, una manifestazione di interesse, a 0,50 euro per azione, per tutta Tim.

Intanto, dopo l'apertura manifestata dall'ultimo cda di Tim, procede il dialogo Kkr che entro la settimana invierà una lettera al gruppo telefonico con le informazioni richieste dalla società con l'obiettivo, da parte del fondo americano, di avere il via libera alla due diligence richiesta su tutto il gruppo gia' con la manifestazione di interesse di novembre scorso. Secondo quanto riportato dalla stampa oggi, Cvc deve ancora delineare il piano d'azione, chiarendo se è interessato alla maggioranza dell'asset e se sarà necessario lanciare un'offerta su Tim. «A nostro avviso - dice Equita - è più verosimile pensare a un'operazione per una minoranza, vista la presenza di asset di rilevanza strategica soggetti a golden power nel perimetro (cloud, cubersecurity) e la coerenza di un deal di minoranza con la strategia di Tim di valorizzare i singoli asset del gruppo, in particolare dove emergano gap di valore rispetto ai multipli della società integrata (NetCo e per l'appunto la parte Enterpise di ServCo)». Per gli analisti di IntesaSanpaolo «nei mesi scorsi, si è già parlato dell'interesse di Cvc per Tim. Noi pensiamo che, in uno scenario di 'break-up' del gruppo, Vivendi potrebbe focalizzarsi sulla ServiceCo e Cvc potrebbe essere un partner della società francese, qualora il suo interesse sarà confermato». No comment da parte di Tim sulle indiscrezioni di stampa.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti