ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTelecomunicazioni

Tim scatta in Borsa: rumors su Brasile e attesa scelte nuovo governo

Focus sul gruppo tlc: attesa per il piano del nuovo governo sul riassetto, mentre ci sono ipotesi sulla vendita degli asset brasiliani

di Paolo Paronetto

(REUTERS)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Brillante Telecom Italia a Piazza Affari. Le quotazioni, spiegano dalle sale operative, reagiscono all'esito delle elezioni politiche italiane e beneficiano dei rumor sulla possibile vendita di Tim Brasil.

Attesa per le mosse del nuovo governo su riassetto

«Ricordiamo che durante la campagna elettorale esponenti di Fratelli d'Italia hanno sottolineato che il partito sta lavorando su un progetto, chiamato Minerva, per creare un operatore nazionale wholesale controllato dallo Stato, con la possibile scalata di Tim da parte di Cdp e un successivo spezzatino», scrivono gli analisti di Intesa Sanpaolo, notando che lo scenario ha «appeal speculativo», ma presenta punti interrogativi sul fronte regolamentare e della valutazione degli asset.

Loading...

L'ipotesi della cessione del Brasile

Secondo indiscrezioni di stampa pubblicati nel week end, inoltre, l'a.d. Pietro Labriola starebbe valutando la cessione di Tim Brasil puntando a un incasso di 5-6 miliardi per la quota in mano alla capogruppo, che vale 3,8 miliardi agli attuali prezzi di mercato. Labriola sarebbe già in contatto con alcuni potenziali acquirenti interessati all'operazione, che avrebbe il sostegno dell'azionista Vivendi. «Se confermato, si tratterebbe di uno scenario inedito per il gruppo, considerando anche la posizione espressa dal management nell’ultimo capital market day del 7 luglio a favore del rafforzamento di Tim nel Paese dopo l’acquisizione degli asset di Oi, ma riteniamo che un’eventuale semplificazione del perimetro societario potrebbe favorire future operazioni di takeover sul gruppo da parte di potenziali acquirenti», commentano gli analisti di Intermonte. «Considerando il basso livello di indebitamento di Tim Brasil - aggiungono - il deleverage associato al solo deconsolidamento del debito è oggi trascurabile rispetto al ratio di Gruppo, ma le valutazioni per l’asset potrebbero essere particolarmente interessanti».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti