ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTelecomunicazioni

Tim si accende in Borsa, tornano le attese per un'offerta di Cdp sulla rete

A metà gennaio potrebbe arrivare la proposta in asse con Macquarie

di Enrico Miele

(ANSA)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Si riaccende il titolo Telecom Italia sull’ipotesi che Cdp possa riformulare entro metà gennaio un’offerta per la rete del gruppo. Il titolo è ai massimi da metà novembre ed ha già recuperato il 7% circa da fine 2022. A spingere gli acquisti le indiscrezioni, riportate dal Messaggero, sulla Cassa depositi e prestiti che dovrebbe presentare un’offerta non vincolante insieme al fondo Macquarie (quindi non più tramite Open Fiber) entro il 15-20 gennaio, con una valutazione di 15-18 miliardi, inclusiva di 10 miliardi di debito e 21mila dipendenti. Una strada diversa da quella preferita fin qui dai francesi di Vivendi, che punterebbero invece alla scissione in due società: una dei servizi e l’altra della rete.

Ricordando la data del prossimo cda di Tim il 18 gennaio, gli analisti di Equita sottolineano come, al momento, «non ci sono altri elementi che suggeriscano un avvicinamento tra le parti» ma «rileviamo positivamente il forte impegno del governo sul dossier e la disponibilità da parte dell'esecutivo di individuare forme di supporto al settore che possano avvicinare le parti». Secondo invece gli analisti di Intermonte, la ripresa delle trattative «per una soluzione sulla falsariga di quella prospettata nell’MoU siglato lo scorso maggio (acquisto di NetCo da parte di Cdp e Macquarie) ci sembra di buon auspicio, considerando le maggiori criticità legate allo scenario alternativo della scissione proporzionale (in primis la mancanza di un “liquidity event” per Tim e il rischio di una successiva ricapitalizzazione, ma anche il nodo delle azioni di risparmio da convertire)». D’altro canto, il gap valutativo tra le attese di Vivendi e quelle di Cdp «resta ancora piuttosto ampio».

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti