trasporto marittimo

Tirrenia, ripartono i traghetti dopo l’accordo Cin-commissari

I traghetti di Tirrenia riaccendono i motori e tornano a garantire i collegamenti con la Sicilia, la Sardegna e le isole Tremiti

di Davide Madeddu

default onloading pic
(Ansa)

I traghetti di Tirrenia riaccendono i motori e tornano a garantire i collegamenti con la Sicilia, la Sardegna e le isole Tremiti


2' di lettura

Accordo raggiunto. Le navi della Tirrenia Cin (Compagnia italiana di navigazione) del gruppo Onorato riprenderanno a viaggiare sulle tratte merci e passeggeri per la Sardegna, la Sicilia e le isole Tremiti. Ad annunciarlo la stessa Compagnia Italiana di Navigazione con una nota ufficiale diramata al termine di un confronto con i commissari della Tirrenia in amministrazione straordinaria.

L'accordo, si legge nella nota diramata da Tirrenia Cin, «permette di far ripartire da subito tutte le tratte passeggeri e merci previste dalla Convenzione sulla Continuità territoriale che nel frattempo, su alcune rotte, è stata garantita da Moby».

Dal gruppo Cin e Moby la conferma che saranno rispettati «tutti i loro impegni nei confronti di ogni soggetto, come la famiglia Onorato ha sempre fatto da cinque generazioni di armatori al servizio da oltre 130 anni della Sardegna, lavorando fattivamente per superare la complessa e sistemica congiuntura attuale, continuando ad onorare con responsabilità e senso del dovere i territori serviti e le loro esigenze».

A far scoppiare il caso lunedì, il sequestro conservativo dei conti correnti della Cin da parte dei commissari della Tirrenia in amministrazione straordinaria (quella che un tempo era la compagnia pubblica di navigazione) per il pagamento delle rate che Cin deve onorare in base a una clausola del contratto di cessione e in seguito al pronunciamento della Commissione europea su una questione legata a compensazioni su obblighi di servizio.

Dopo il sequestro dei conti lo stop ai collegamenti da parte di Cin, gli appelli, le mediazioni istituzionali, dalla ministra delle infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli al ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli. Martedì, l'ultimatum da parte della ministra De Micheli: 24 ore per risolvere la situazione e garantire collegamenti e approvvigionamenti alle isole. Infine l’incontro chiarificatore che ha portato alla soluzione del problema. «La Compagnia - conclude la nota di Tirrenia Cin - ringrazia i Commissari di Tirrenia in A.S., il Mit ed il Mise per aver favorito la conclusione dell'accordo».

Da subito quindi saranno ripristinati i collegamenti merci e passeggeri con le tre isole. A manifestare soddisfazione per l’accordo raggiunto anche le organizzazioni sindacali che pur in attesa di conoscere i dettagli, come annuncia Natale Colombo della Filt nazionale, riconoscono «a Mit e Mise una tempestiva assunzione delle preoccupazioni delle organizzazioni sindacali e della politica per evitare ai lavoratori e alle comunità insulari un problema aggiuntivo all'emergenza sanitaria».

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...