sviluppo

Tissot spinge sulla digitalizzazione senza tralasciare nuove boutique

Dall’e-commerce alla nuova generazione di T-Touch

di P.Gua.

2' di lettura

Tra i cambi di poltrone che Swatch Group ha annunciato lo scorso luglio, uno di questi ha riguardato il manager francese Sylvain Dolla che ha lasciato la carica di ceo di Hamilton per diventare ceo di Tissot, marchio importante del gigante svizzero per il quale, in realtà, era già al lavoro da diverso tempo per l’ultimo lancio: il modello T-Touch Connected Solar. «È il bello di Swatch Group e rientra nella sua strategia lavorare in sinergia tra brand diversi quando parte un progetto che interessa tutti» commenta Dolla.

T-Touch Connected Solar rappresenta la nuova generazione di T-Touch (famoso per la sua tecnologia tattile) che usa materiali come il titanio per la cassa (e il bracciale in alcune versioni), la ceramica per la lunetta, il vetro che protegge il quadrante in zaffiro inscalfibile e il caucciù per il cinturino. Materiali importanti che, insieme al fatto di aver la lettura del tempo analogica, lo posizionano nell’ambito dell’orologeria tradizionale e non in quello degli smartwatch mainstream. E non solo per questi motivi: «Si tratta di un modello completamente Swiss made per il quale sono stati necessari quattro anni di lavoro e che ha coinvolto circa 100 persone tra le diverse aziende di proprietà del gruppo - spiega il ceo -. Per questo orologio abbiamo creato un sistema operativo chiamato SwALPS, sviluppato da Swatch Group in collaborazione con l’istituto Csem di Neuchâtel (Centre Suisse d’électronique et de microtechnique, ndr) che ha sviluppato anche le celle fotovoltaiche installate al posto del quadrante che ne permettono la ricarica a energia solare».

Loading...

Quindi l’autonomia di carica è lunghissima e non ha bisogno di cavi o batterie. Numerose le funzioni: da quelle classiche del calendario, del countdown, della lettura del meteo, fino all’activity tracker, consultabili sulla app dedicata visto che, grazie al sistema operativo di proprietà è possibile connettere l’orologio al proprio smartphone (è compatibile con i dispositivi che utilizzano iOS, Android e Harmony) e vedere le notifiche delle chiamate e dei messaggi, il tutto nella più totale privacy della app gestita direttamente da Tissot.

La presentazione di T-Touch Connected Solar per Dolla è stato il primo step di un lavoro che, dice, sarà «la digitalizzazione della compagnia. Accelereremo sull’e-commerce che attualmente pesa per il 20% in Cina, per il 25% in Usa e, molto meno in Italia, direi sotto il 10%. Non sarà una rivoluzione, solo un’evoluzione». Da realizzare in un contesto inaspettato. «Il 2020 è un anno difficile che ci ha permesso di ripensare le nostre priorità e in quali settori investire. L’Europa è andata benissimo a settembre, la Cina già da luglio». Puntare sulle vendite online non significa abbandonare il retail fisico. «Nel mondo siamo presenti in oltre 13mila punti vendita e, ad oggi, abbiamo circa 265 boutique corporate. Ne apriremo un’altra a Ginza, il quartiere del lusso di Tokyo. Continueremo a investire nel retail se ci saranno delle opportunità che avranno senso per noi» conclude il ceo.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti