AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùBorsa & Moda

Titoli del lusso sotto la lente dopo conti Hermes, attesa per trimestrali italiane

La casa francese ha registrato una ripresa delle vendite in Europa, un’accelerazione in America e un andamento sostenuto in Asia

di Eleonora Micheli

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Azioni del lusso sotto la lente dopo la pubblicazione delle vendite in crescita del terzo trimestre di Hermes, che hanno fatto dimenticare la delusione per la performance debole registrata da Gucci, il marchio di punta del gruppo Kering, come emerso nei giorni scorsi. A Parigi le Hermes sono in rialzo, mentre Lvmh oscilla sui valori della vigilia e Kering è debole. A Milano, nell'attesa della tornata di trimestrali, sono volatili le azioni del settore. In particolare Moncler ha più volte cambiato la direzione di marcia. La società del piumino pubblicherà la trimestrale la prossima settimana, il 28 ottobre. Attesa anche per i numeri dei ricavi al 30 settembre 2021 per Brunello Cucinelli. Sono inoltre ben intonate le Salvatore Ferragamo, nell’attesa dei conti trimestrali verranno resi noti l’8 novembre. Per contro batte la fiacca Tod's che annuncerà i numeri il 10 novembre. Bene, infine Aeffe, che approverà la trimestrale l’11 novembre.

Questa mattina la casa francese Hermes, considerata la punta di diamante del lusso, ha annunciato di avere realizzato nei primi nove mesi del 2021 vendite per 6,6 miliardi di euro, in progresso del 54% rispetto al 2020 (+57% a cambi costanti) e del 35% a cambi costanti rispetto al 2019. Nel solo terzo trimestre ha raggiunto un giro d’affari di 2,3 miliardi (+31% a cambi costanti sul 2020 e +40% rispetto al 2019). La nota dell’azienda indica che l’attività ha beneficiato di una ripresa delle vendite in Europa, di un’accelerazione in America e di un andamento sostenuto in Asia. Area, quest’ultima, dove invece Gucci ha rallentato il passo, rendendo nervosi gli investitori che puntano sul settore lusso.

Loading...

La divisione Pelletteria e Selleria di Hermes, che svolge la parte del leone della maison, ha vantato un giro d’affari in nove mesi di oltre 3 miliardi di euro, in rialzo a tassi costanti del 45,9% (+27,2% sul 2019). In soli tre mesi i ricavi di tale divisione hanno superato il miliardo di euro (+22,2% e + 31,7%). Il presidente esecutivo, Axel Dumas, ha commentato: «in un mondo che rimane instabile, l'equilibrio tra le attività e le nostre sedi nel mondo, ci consente di andare avanti con ottimismo e cautela, continuando a creare oggetti belli, di alta qualità e sostenibili». Il comunicato di Hermes ha sottolineato inoltre che nei primi nove mesi del 2021 la maison ha vantato un aumento delle vendite nei negozi di proprietà del 60% a tassi costanti e del 43% rispetto ai livelli del 2019. Tutti numeri che fanno ben sperare per la tornata di trimestrali dei gruppi italiani, anche se gli esperti sottolineano che Hermes è sempre una maison particolare, poco paragonabile ad altre case del settore.

Intanto Equita raccomanda cautela sulle azioni di Cucinelli, in vista dei numeri che saranno diffusi a breve ('Hold' con target di prezzo più basso delle attuali quotazioni e pari a 44 euro). Gli esperti stimano che nel terzo trimestre la società umbra abbia registrato ricavi per 185 milioni, in aumento del 10% rispetto ai livelli del 2019, con un'accelerazione del retail (+22% sul 2019) e un rallentamento del wholesale (-1% sul 2019).

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti