Sostegno ai giovani

Tod’s Academy si allea con Marangoni per il progetto Re-Generation

Al via la seconda edizione del progetto con cui Tod’s Academy vuole sostenere i giovani. Venti studenti di Istituto Marangoni hanno reinterpretato i codici del brand all’insegna della sostenibilità

I punti chiave

  • Tod’s Academy lancia il secondo progetto a sostegno dei giovani talenti
  • Dall’alleanza con Istituto Marangoni nasce Re-Generation
  • Venti studenti internazionali hanno presentato altrettanti progetti che rileggono i valori Tod’s in chiave sostenibile

2' di lettura

Venti studenti dell’Istituto Marangoni reinterpretano i codici di Tod’s in chiave ecosostenibile. Ecco il cuore del nuovo progetto Re-Generation di Tod’s Academy, laboratorio di idee che si trova negli headquarters marchigiani del brand che punta a valorizzare il talento e la creatività dei giovani talenti.

L’alleanza con Istituto Marangoni (sedi di Milano e Firenze) ha dato vita al progetto che ha debuttato oggi sui canali social del brand. I venti studenti, ciascuno dei quali ha potuto sviluppare e presentare la propria idea, sono stati seguiti da mentor di fama internazionale che hanno messo a disposizione la loro esperienza e il loro know-how e hanno avuto la possibilità anche di avvicinare gli aspetti progettuali e produttivi incontrando gli artigiani di Tod’s e visitando l’azienda.

Loading...
Tod’s Academy e Marangoni: 20 giovani talenti per Re-Generation

Il focus, come già detto, è la sostenibilità: un tema sempre più centrale sia nel settore moda sia nelle attività dell’azienda. I progetti spaziano dalle calzature sostenibili di Phoebe Adams, autrice del progetto «A platform for Venice», che reinterpretano la calzatura Chopine diffusa a Venezia tra il Quattrocento e il Settecento, alla collezione di capi outerwear “Metamorphosis” di Giorgio Cinosi che non solo impiega materiali riciclati ma anche l’iconico Gommino Tod’s. Passando per “An Italian space odissey” di Erfan Mousavi che ha reinterpretato alcuni grandi classici del brand come la D Bag utilizzando metodi (come la stampante 3D) e materiali innovativi e sostenibili. E ancora, “XX” di Maria E.Nates che ha reinterpretato con materiali sostenibili alcuni oggetti di uso quotidiano nello stile di vita espresso da Tod’s. Infine, Akara, il progetto della designer Ritika S. Sankpal che ha utilizzato un’alternativa vegana alla pelle (un materiale derivato dal cactus) per creare una collezione di pezzi essenziali e durevoli.

Si tratta del secondo capitolo del progetto Tod's Academy che segue la collaborazione tra l’azienda e la Central Saint Martins, University of the Arts London.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti