AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca e sfrutta l'esperienza e la competenza dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni. Scopri di piùModa

Tod's in evidenza dopo la pubblicazione dei ricavi 2021

Analisti apprezzano, ma raccomandano ancora cautela

di Eleonora Micheli

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Tod's in evidenza a Piazza Affari, all’indomani della pubblicazione dei ricavi 2021 (a mercati chiusi). I titoli vantano una delle performance migliori del mercato. Peraltro stanno dando una scossa al comparto della moda, già sotto i riflettori non solamente per le sfilate parigine in corso, ma nell’attesa dei numeri che domani pubblicherà il colosso Lvmh, il più grande del settore.

La società della famiglia Della Valle ha archiviato il 2021 con ricavi per 884 milioni (+38,7% rispetto al 2020 e -3,5% sul 2019). Il giro d’affari del solo quarto trimestre, pari a 261,2 milioni, è tornato a sorpresa sopra i livelli del 2019 per il 9,6%. Rispetto al 2020 la variazione è stata del 41,6%, con le vendite Retail aumentate del 18%. «Il 2021 si chiude con risultati di vendita positivi e superiori alle nostre aspettative di inizio anno», ha commentato il presidente Diego Della Valle, sottolineando che l’andamento del fatturato è stato spinto dall’accelerazione di Tod’s nella seconda parte dell’anno e dalla forte crescita di Roger Vivier.

Loading...

«In attesa dei conti sul 2021 completi, in calendario il 10 marzo, e in attesa della conference call che potrà fornire maggiori dettagli sulle prospettive, alziamo le stime», hanno commentato gli analisti di Equita, indicando a questo punto un ebit 2021 positivo per 7 milioni (la precedente stima era negativa per 5 milioni) e un miglioramento delle previsioni sul 2022 e anche 2023. «Con queste ipotesi, e dopo la recente performance, con le azioni che nell’ultimo mese hanno registrato il peggior calo del settore pari al 17%, Tod's tratterebbe con un rapporto tra prezzo e utili attesi al 2023 pari a 26 volte e un rapporto tra ev ed ebitda sempre al 2023 di 11,8 volte, valutazioni che cominciano a riflettere i fondamentali della società e non più solo la componente speculativa», hanno spiegato gli esperti della sim, sottolineando che tuttavia per adesso tali valutazioni rimangono «ancora elevate in attesa di maggiore visibilità sulla sostenibilità delle crescite e sul recupero dei margini».

Così, in attesa delle indicazioni che saranno date a marzo in occasione della pubblicazione del bilancio 2021, Equita consiglia ancora cautela (‘Hold’), stimando comunque per i titoli un target di prezzo più elevato delle attuali quotazioni e pari a 54 euro. Raccomandano prudenza anche gli analisti di Barclays (Underweight), pur avendo ritoccato il prezzo obiettivo da 40 a 44 euro. Goldman Sachs ha alzato il target da 39,50 a 41,20 euro, livello più basso degli attuali corsi di Borsa. Così il giudizio della banca americana è stato confermato a ‘Sell’.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti