ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùVino e turismo

Tommasi investe sull’Etna, Linguaglossa nuova Bolgheri

Rilevati 15 ettari di Nerello Mascalese e Carricante dalla famiglia Bambara De Luca

di Vincenzo Chierchia

(ANSA)

I punti chiave

  • L’Etna
  • La strategia
  • Il gruppo

2' di lettura

Tommasi, appartenente tra l’altro alle Famiglie storiche dell’Amarone della Valpolicella, approda in Sicilia e sbarca nel territorio dell'Etna. Rilevati 15 ettari completamente dedicati alle denominazioni Etna Rosso doc ed Etna Bianco doc: l'ultimo investimento della famiglia di viticoltori veronesi, che celebra così il 120° anniversario dalla fondazione.

La tenuta si trova in una posizione incantevole in contrada Le Chiuse del Signore a 570 metri sul livello del mare, nel piccolo paese di Linguaglossa, nel Parco Naturale dell’Etna, a pochi chilometri da Taormina, l'azienda vitivinicola, nata agli inizi del Novecento, che la Famiglia Tommasi ha acquisito,, in uno dei territori più prestigiosi e rinomati per la produzione di grandi vini. Linguaglossa potrebbe essere definita la Bolgheri del Sud.

Loading...

La tenuta - come spiega una nota - copre 15 ettari, coltivati a Nerello Mascalese e Carricante per la produzione rispettivamente di vini delle denominazioni di origine controllata Etna Rosso ed Etna Bianco e si trova in un contesto naturale dalla bellezza mozzafiato, che comprende panorami sul mare e la sorprendente vista di un’enorme creazione naturale in pietra lavica, battezzata Pietracannone. Nella tenuta si trova anche una cantina per la vinificazione e l'affinamento di 1.500 mq.

«Da 120 anni abbiamo l'ambizioso obiettivo di raccontare l'Italia attraverso le sue eccellenze vitivinicole e di esserne stimati ambasciatori in tutto il mondo - afferma il presidente Dario Tommasi -. L'Etna rappresenta oggi uno dei territori più interessanti e stimolanti sia dal punto di vista della produzione che di mercato. Siamo orgogliosi di poter aggiungere al nostro portfolio questa denominazione alle altre che già rappresentiamo come la Valpolicella Classica, Lugana, Montalcino, il Vulture».

L'accordo è stato siglato con la Famiglia Bambara De Luca, storici albergatori di Taormina. «Conosciamo la Famiglia Tommasi da tempo - si legge in una nota dei Bambara De Luca - e apprezziamo la loro unione familiare, che coniugata a laboriosità e competenza, ne hanno consentito traguardi importanti che vanno ben oltre la Valpolicella Classica. La famiglia Tommasi, come la nostra, ha sempre avuto la vocazione all'accoglienza e all'ospitalità. Ci siamo trovati immediatamente sulla stessa lunghezza d'onda, con una visione comune di valorizzazione del territorio e delle sue ricchezze. Questa collaborazione, sono certa, darà ulteriore lustro all'Etna e a tutto il comparto enoturistico».

Con quest'ultima acquisizione, diventano in totale 780 gli ettari vitati sotto il controllo della Famiglia Tommasi.

TOMMASI FAMILY ESTATES
Sei le tenute vitivinicole in cinque regioni – Tommasi in Veneto, Caseo in Lombardia, Casisano a Montalcino e Poggio al Tufo in Maremma Toscana, Surani in Puglia e Paternoster in Basilicata – e una partenership nel Chianti Classico con La Massa. Completa il quadro il progetto culturale e vitivinicolo De Buris, legato al territorio della Valpolicella Classica, al recupero di Villa De Buris e all'Amarone Classico doc Riserva.
La cura per l’accoglienza si esprime attraverso le strutture di Villa Quaranta in Valpolicella, Albergo Mazzanti e Caffè Dante Bistrot a Verona e Agriturismo Poggio al Tufo a Pitigliano, Maremma Toscana.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti