ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAssicurazioni

Tonfo di Coface a Parigi dopo l'uscita di Natixis dal capitale

La banca d'affari ha ceduto l'ultima quota che le restava nella compagnia di assicurazione credito all’export

di Giuliana Licini

1' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Scivolone di Coface alla Borsa di Parigi, con il titolo arrivato a perdere anche più di 11 punti dopo la cessione da parte della banca d’affari Natixis dell'ultima quota che le restava nella compagnia di assicurazione credito all’export. Natixis ha venduto il 10,04% del capitale della società tramite un collocamento accelerato riservato agli istituzionali, al prezzo di 11,55 euro per azione, per un importo complessivo di 174 milioni. La banca ha già ceduto il 29,5% di Coface nel febbraio 2020 al prezzo di 500 milioni di euro all’assicuratore statunitense Arch Capital Group, spiegando che la presenza in Coface non era più considerata strategica per il gruppo ed era anche uscita dal consiglio di amministrazione dell’assicuratore.

Fondata nel 1946 e privatizzata nel 1994, Coface aveva Natixis come azionista di maggioranza dal 2002. La banca del gruppo Bpce era salita al 100% del capitale dell'assicuratore nel 2006 e aveva avviato il disimpegno nel 2014, quotando la società e vendendo quasi il 60% delle sue azioni. Coface nel 2020 ha segnato un fatturato di 1,45 miliardi di euro, con un utile netto di 82,9 milioni. Ha un’equipe di 4.500 esperti e serve oltre 50mila imprese. E’ presente direttamente o tramite partner in 100 Paesi e copre con i suoi servizi complessivamente quasi 200 Paesi.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti