AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca e sfrutta l'esperienza e la competenza dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni. Scopri di piùShopping

Tonfo a Londra per il gruppo di biglietti di auguri e regali Moonpig , taglia stime sui ricavi

Utile semestrale in calo, pesa la discesa degli ordini rispetto ai mesi di lockdown e gli scioperi della Royal Mail

di Giuliana Licini

(REUTERS)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Giornata difficile per Moonpig alla Borsa di Londra dopo l’annuncio del calo dell’utile semestrale e la revisione al ribasso delle stime per l’esercizio 2023. Il titolo della società specializzata nella vendita online di biglietti di auguri, fiori e regali perde circa il 13 per cento. Moonpig ha chiuso il primo semestre dell'esercizio 2023-2024, finito il 30 ottobre, con ricavi per 142,8 milioni, poco variati rispetto ai 142,6 milioni allo scorso anno, risentendo di un calo degli ordini rispetto ai mesi contrassegnati dai lockdown del 2021, ma anche degli scioperi della Royal Mail di settembre e ottobre. L’utile pre-imposte è diminuito a 9,1 milioni da 18,7 milioni, a causa di «un aumento dei costi finanziari, dei costi di transazione per l'acquisizione di Experiences e di maggiori svalutazioni ed ammortamenti per l’impatto degli sviluppi in tecnologie». L’utile netto di competenza si è ridotto a 5,8 milioni da 15,4 milioni nello stesso periodo dello scorso anno e l’utile per azione è ribassato del 62% a 1,7 pence. L’Ebitda rettificato è pari a 34,6 milioni da 35 milioni, con un margine del 24,2% dal 24,5 per cento.

La società ha confermato le sue previsioni per l’Ebitda 2023. Tuttavia – precisa un comunicato – «le condizioni commerciali sono diventate gradualmente più difficili in ottobre e novembre e in considerazione dell’attuale incertezza macro-economica il gruppo prevede ora un fatturato di circa 320 milioni di sterline per il 2023», in calo rispetto alla precedente stime che puntava a 350 milioni. Il gruppo è stato fondato nel 2000 ed è quotato in Borsa dal 2021. Nel 2021 ha venduto 73 milioni di biglietti di auguri e regali, opera nel Regno Unito, in Olanda e in Irlanda e ha siti web anche negli Usa e in Australia.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti