ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAl Pala Alpitour

Torino capitale europea del volley con le Super Finals Cev di Champions Leagu

Sabato 20 maggio si assegnano a Torino in una sola giornata il titolo di campione d’Europa femminile e maschile per club, con un palazzetto che sarà gremito di tifosi turchi e polacchi

di Marco Bellinazzo

(NurPhoto via Getty Images)

3' di lettura

Sabato 20 maggio Torino con il suo Pala Alpitour sarà la capitale europea del volley. In una sola giornata si assegnano infatti il titolo di campione d’Europa femminile e maschile per club. A sfidarsi, insolitamente, non ci sono squadre italiane. Ma un po’ di Italia ci sarà anche in campo. La finale femminile è tra due squadre turche, di Istanbul, la VakifBank allenata da Giovanni Guidetti econ in campo Paola Egonu e l’Eczacibasi Dynavit. La finale maschile invece vedrà contendersi il titolo duie formazioni polacche: Grupa Azoty Kedzierzyn-Kozle e Jastrzebski Wegiel. Le formazioni vincitrici si aggiudicheranno 500mila euro ciascuna per un montepremi totale di 1,5 milioni di euro.

In attesa dell’Europeo

Il 2023 è comunque un anno speciale per la pallavolo italiana, visto che dopo le Super Finals di Cev Champions League (che tornano nella Penisola per la seconda volta dopo l'edizione 2021 tenutasi a Verona), l’Italia organizzerà entrambe le rassegne continentali per nazionali, coinvolgendo nove città tra cui anche Torino. «Questo è un anno molto speciale per la famiglia della pallavolo, poiché coincide con il 50° anniversario del CEV - ha sottolineato il presidente Aleksandar Boričić -. Quest’anno, l’Italia, che è stata una vera roccaforte della pallavolo per molti decenni, ha espresso il desiderio di co-ospitare questo importante evento, il cui programma include due attesi incontri insieme a un intrattenimento del miglior livello, come ci si aspetta giustamente dalla pallavolo moderna. La sede delle Super Finali di quest’anno - l’iconico Pala Alpitour nella prima capitale italiana, Torino - accoglierà migliaia di fan da tutta Europa, tutti ugualmente desiderosi di assistere a partite di livello mondiale in un luogo in cui i ricordi delle Olimpiadi invernali del 2006 sono ancora molto vividi. Sono sicuro che con l’aiuto di tutti, offriremo uno spettacolo e un’esperienza davvero indimenticabili per tutti coloro che seguiranno dalle tribune tanto quanto per molti altri che assisteranno all’evento in TV attraverso Internet».

Loading...

Il presidente federale Giuseppe Manfredi non ha nascosto la delusione per l’assenza di squadre italiane ma si è detto «certo che il pubblico torinese non farà mancare il proprio supporto ai protagonisti di caratura mondiale che scenderanno in campo e che regaleranno grandi emozioni. Per noi è sempre un piacere e un onore ospitare manifestazioni di primissimo livello come possono essere le FInals di Champions League, un evento sportivo che negli ultimi anni ha fatto registrare numeri eccezionali e che siamo stati entusiasti di poter ospitare quando la Confederazione Europea ci ha offerto la possibilità di farlo».

L’impatto economico

Il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio ha ribadito l’importanza dell’arrivo «sul territorio piemontese delle Super Finals della CEV Champions League. Eventi come questo, assolute eccellenze dello sport, sono anche un motore di turismo e di crescita ed è per questo che la Regione mette in campo il suo impegno per attrarli e sostenerli, consapevoli che ogni euro di risorse pubbliche investito in manifestazioni sportive di alto livello, come questa, generano una ricaduta di 7 volte e mezzo più grande sull’economia del territorio. Torino e il Piemonte si confermano un punto di riferimento ai massimi livelli dello sport mondiale ed è un piacere dare il benvenuto ad atleti e spettatori che, con l'occasione delle gare, potranno scoprire le tante bellezze di questa terra».Concetti ribaditi da Stefano Lo Russo, Sindaco di Torino: «Con le Super Finals portiamo a Torino un altro grande evento sportivo e ne siamo davvero orgogliosi. Siamo lieti di accogliere sotto la Mole le quattro migliori squadre europee per una giornata di sport che siamo sicuri sarà entusiasmante. I grandi eventi rappresentano un importante volano economico nella città e sono un prezioso veicolo di promozione oltre che uno stimolo per la pratica sportiva di base, soprattutto tra i più giovani».

Lo sforzo produttivo

«Siamo molto soddisfatti della risposta dei broadcaster per le finali di sabato: avremo 75 paesi nel mondo collegati grazie ai 28 broadcaster che hanno acquisito i diritti, oltre alla distribuzione attraverso la piattaforma ufficiale EuroVolley.Tv - ha dichiarato Ottavia Perra, Director Media Sales di Infront Italy che si occupa della “produzione” dell’evento -. Anche la risposta del pubblico è stata fantastica: il PalaAlpitour è una venue molto prestigiosa e, nonostante l’assenza di squadre italiane, l’impianto è praticamente sold out. Questo ci fa ben sperare per l’Europeo, di cui Infront detiene i diritti media e la produzione TV e che vedrà ben nove città italiane protagoniste di un Europeo diffuso in 8 paesi. Per le Super Finals CEV abbiamo lavorato molto sulla qualità del prodotto televisivo, attraverso soluzioni produttive all’avanguardia e l’utilizzo della realtà aumentata e 7 camere speciali che rappresentano un unicum nel mondo del volley, un’esperienza interattiva di cui potranno beneficiare 300 milioni di spettatori».


Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti