appenDino: LUTTO CITTADINO

Torino: morta Erika, la donna ferita in piazza San Carlo

(ANSA)

2' di lettura

È morta alle 21.56 di giovedì 15 giugno Erika Pioletti, la 38enne ricoverata all'ospedale San Giovanni Bosco di Torino dallo scorso 3 giugno, quando è stata colta da un infarto da schiacciamento nella calca di piazza San Carlo durante la proiezione delle immagini della finale di Champions league vinta dal Real Madrid sulla Juventus.

I genitori hanno espresso la volontà di donare gli organi. Lo rende noto l'Ospedale San Giovanni Bosco, precisando che “poiché sono in corso indagini da parte della Procura della Repubblica non può rilasciare nessuna dichiarazione”. Di tutti i feriti ricoverati, le condizioni di Erika Pioletti erano quelle che preoccupavano maggiormente i sanitari. La donna è stata tenuta in ipotermia e la prognosi, da subito, era strettamente riservata. Le sue condizioni si sono poi ulteriormente aggravate.

Loading...

«In un momento di così profondo dolore, ogni parola sarebbe superflua». Così la sindaca di Torino, Chiara Appendino, appresa la notizia della morte di Erika Pioletti. «Posso solo esprimere le più sincere condoglianze mie e di tutta la città - aggiunge la prima cittadina - a familiari e amici di Erika. Per il giorno dei funerali sarà proclamato il lutto cittadino».

Sul fronte delle indagini sull’accaduto, intanto, alcune delle numerose persone presenti in piazza San Carlo a Torino la sera del 3 giugno, durante la proiezione della finale di Champions League, hanno detto alla Digos di avere “accusato delle difficoltà respiratorie”, equiparando i sintomi a quelli provocati dalla diffusione nell'aria di “sostanze urticanti”. Per chiarire se è stata questa l'origine del panico nella folla, la procura di Torino ha affidato ai vigili del fuoco il compito di svolgere accertamenti sull'impianto di areazione del parcheggio sotterraneo.

L’ipotesi di reato
Diventerà di omicidio colposo l'ipotesi di reato contenuta nel fascicolo di inchiesta aperto dalla procura di Torino sui fatti di piazza San Carlo. La
conferma arriva da fonti a Palazzo di giustizia. Finora si procedeva solo per lesioni colpose plurime gravi e gravissime. Il cambio di imputazione, dopo la morte della trentottenne Erika Pioletti, verrà formalizzato nel corso della giornata con le necessarie procedure. Il fascicolo è a carico di ignoti.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti