appendino «Furiosa»

Torino perde il Salone dell’auto: si farà in Lombardia. Appendino «furiosa»

Dopo le Olmpiadi invernali, arriva un altro duro colpo per Torino, che dice addio al Salone dell'Auto: dal prossimo anno si trasferirà in Lombardia. Ad annunciarlo una nota degli organizzatori in cui si precisa che «la sesta edizione del Salone dell'Auto all'aperto Parco Valentino si svolgerà in Lombardia dal 17 al 21 giugno 2020».


default onloading pic
(Ansa)

1' di lettura

Dopo le Olmpiadi invernali, arriva un altro duro colpo per Torino, che dice addio al Salone dell'Auto: dal prossimo anno si trasferirà in Lombardia. Ad annunciarlo una nota degli organizzatori in cui si precisa che «la sesta edizione del Salone dell'Auto all'aperto Parco Valentino si svolgerà in Lombardia dal 17 al 21 giugno 2020».

«Seguendo la nostra vocazione innovativa - spiega il presidente Andrea Levy - abbiamo scelto per il 2020 di organizzare la sesta edizione in Lombardia in collaborazione con Aci. Sarà un grande evento internazionale, all'aperto e con una spettacolare inaugurazione dinamica a Milano nella giornata di mercoledì 10 giugno 2020».

Levy ringrazia «la Città di Torino per aver collaborato in questi 5 anni alla creazione di un evento di grande successo, capace di accendere sulla città i riflettori internazionali». Nella nota si anticipa che i dettagli del nuovo progetto e il nuovo logo saranno svelati a settembre in una conferenza stampa ufficiale congiunta con le amministrazioni dei comuni coinvolti.

Appendino: «Furiosa per la decisione»
«Sono furiosa per la decisione del comitato organizzatore del Salone dell’Auto di lasciare Torino dopo 5 edizioni di successo. È una scelta che danneggia la nostra città, a cui hanno anche contribuito alcune prese di posizione autolesioniste di alcuni consiglieri del Consiglio Comunale e dichiarazioni inqualificabili da parte del vicesindaco (Guido Montanari anche lui M5s, ndr)». Così la sindaca Chiara Appendino. Montanari si è sempre detto contrario al Salone, con frasi anche piuttosto forti.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti