Formazione

Torino, al via l’Academy per i manager della mobilità sostenibile

A gennaio i corsi di alta formazione del Polo della Mobilità sostenibile - Rettore del Politecnico Saracco: «Accelerare l’innovazione di prodotto nell’automotive»

di Filomena Greco

(REUTERS)

2' di lettura

I corsi di alta formazione inizieranno a gennaio e dureranno cinque mesi, l’obiettivo è formare i manager alle prese con la trasformazione epocale verso una mobilità sostenibile. Si tratta del primo atto concreto del Polo voluto dal Governo con il DL Sostegni e dedicato alla mobilità sostenibile a 360 gradi. Con una dotazione iniziale di 20 milioni e il coordinamento del Politecnico di Torino, il Polo, insieme al Cim 4.0, il Competence Center focalizzato sulla manifattura innovativa, rappresentano il primo nucleo della futura Cittadella della mobilità – Mtc, Manufacturing and Technology Center – voluta da mondo industriale, Regione e sistema universitario.

L’iniziativa, lo spiega il rettore del Politecnico di Torino Guido Saracco, valorizza le competente di Cim 4.0 e fa un ulteriore passo avanti, accelerando i processi di innovazione di prodotto nel cuore del distretto automotive piemontese, dove si concentra oltre il 30% delle imprese italiane. «La sfida è espandere questo modello – aggiunge Saracco – verso l’aerospazio e in generale la transizione tecnologica». In primo piano dunque la ricerca applicata e il trasferimento tecnologico come da mandato del Pnrr.

Loading...

«Abbiamo radunato intorno ad un tavolo le aziende per identificare – spiega la vice rettrice on delega al Trasferimento tecnologico Giuliana Mattiazzo – le strategie più utili per lo sviluppo del prodotto nel medio periodo, con l’obiettivo di offrire servizi di ricerca applicata funzionali alle prospettive future delle aziende». Si comincia dunque con l’Academy destinata ai manager e ai profili tecnici che nelle imprese dovranno governare e stimolare la transizione tecnologica e green. Proprio le attività di formazione rappresentano il primo nucleo del futuro Mtc che sarà realizzato negli spazi Tne di Mirafiori, a ridosso della sede del Poli che ospita Ingegneria del design auto.

Alle future aule saranno destinati i primi 3.300 metri quadri degli spazi che saranno recuperati, affiancheranno le sedi dei Centri interdipartimentali e i laboratori riservati alle imprese e ai ricercatori. La sfida è quella di costruire un ecosistema della mobilità sostenibile con un modello ibrido di formazione, didattica ed esperienziale, in modalità smart, con un giorno in presenza a settimana e percorsi di assessment e valutazione. Il percorso, della durata di 300 ore, è certificato da Politecnico di Torino con la sua Scuola di Master.

I manager della mobilità sostenibile, sia nel settore pubblico che in quello provato «possono svolgere un ruolo fondamentale nei prossimi tre-cinque anni, quando grazie ai consistenti fondi del Pnrr ma anche agli altri investimenti potremo aiutare i nostri territori ma anche imprese, le amministrazioni pubbliche e la società civile a pensare diversamente alle attività che spesso prendono gran parte del nostro tempo» ha sottolineato Enrico Giovannini, ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile intervenuto in collegamento.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti