Traghetti

Torna il collegamento Cagliari-Civitavecchia: la tratta a Grimaldi

Il collegamento Cagliari-Civitavecchia riprende a funzionare. Dal 23 settembre, per tre volte la settimana e per sei mesi, a gestire le tratte sarà la compagnia Grimaldi

di Davide Madeddu

(Ansa)

3' di lettura

Il collegamento Cagliari Civitavecchia e ritorno, assieme al passaggio su Arbatax, riprende a funzionare. Dal 23 settembre, per tre volte la settimana e per sei mesi, a gestire le tratte tra il capoluogo della Sardegna e il Lazio, sarà la compagnia Grimaldi. Si ripartirà, come annunciato dall'azienda in una nota, lunedì con la nave Catania con cui viaggeranno merci e passeggeri.

Si riparte

Le partenze da Cagliari per Civitavecchia sono previste per le 20 di ogni lunedì, mercoledì e venerdì. Quelle di ritorno il martedì, giovedì e sabato. Per due volte la settimana sarà riattivato lo scalo ad Arbatax ogni martedì e giovedì, alle 2 del mattino nella corsa per Civitavecchia, e il mercoledì e la domenica, alle 6, nella tratta per Cagliari.Il servizio sarà in vigore per sei mesi, in attesa che sia predisposto il nuovo bando internazionale per l'assegnazione delle tratte da svolgere in regime di continuità territoriale e quindi dietro compensazioni economiche e con biglietti a tariffe calmierate.

Loading...

Una settimana senza collegamenti

La tratta è rimasta senza collegamenti per una settimana. Dal 13 settembre la Tirrenia Cin del Gruppo Onorato ha sospeso le corse, garantite sino a giugno in convenzione e da luglio in regime di mercato, perché senza convenzione e quindi senza obblighi. Quindi la mobilitazione di istituzioni, imprese e sindacati. Poi la svolta, ventilata i giorni scorsi e ufficializzata venerdì sera.

Il ministro al Question time

Ad annunciare la ripresa dei collegamenti Cagliari-Arbatax-Civitavecchia è stato il ministro Enrico Giovannini che il 15 settembre, rispondendo a due interrogazioni parlamentari. «Relativamente alla linea Civitavecchia-Cagliari-Arbatax, la procedura aperta per l’affidamento del servizio si è conclusa senza la presentazione di offerte- ha ricordato il ministro-. Analogo esito hanno avuto le procedure negoziate indette, rispettivamente in data 21 maggio 2021 e in data 25 giugno 2021. Il 20 luglio 2021 il ministero ha quindi provveduto ad effettuare una consultazione dei principali operatori del settore, propedeutica all’eventuale affidamento diretto». Poi il ministro ha rimarcato che all'esito della consultazione «è stata selezionata un'offerta che prevede la prosecuzione del servizio sulla citata linea per un periodo di sei mesi, nelle more dello svolgimento di una nuova procedura di gara per l’affidamento del medesimo servizio per la durata di cinque anni. Quindi la continuità è assicurata».

La Regione

Per l'assessore regionale ai Trasporti Giorgio Todde «l'affidamento da parte del Ministero delle Infrastrutture della tratta Cagliari – Arbatax – Civitavecchia» è motivo di soddisfazione. «L'assegnazione, anche se in regime temporaneo per sei mesi in attesa del bando per l'affidamento quinquennale - annuncia -, costituisce una preziosa boccata d'ossigeno per territori del cagliaritano e dell'Ogliastra e scongiura il rischio di un inaccettabile isolamento, per i passeggeri e le merci».

La Grimaldi

«Con l’avvio della nuova linea Civitavecchia-Arbatax-Cagliari dimostriamo nuovamente la nostra vicinanza alle reali istanze del nostro Paese, con particolare riferimento ai passeggeri e alle aziende di trasporto della Sardegna Centro-Meridionale, che ormai da mesi chiedono servizi di trasporto adeguati alle loro esigenze - dice in una nota Emanuele Grimaldi, Amministratore Delegato del Gruppo partenopeo -. Con i nostri collegamenti facciamo della continuità territoriale non uno slogan ma una realtà, assicurando ai Sardi il diritto alla mobilita’ e creando sempre più possibilità per gli operatori economici dell'isola. Desidero ringraziare il vertice del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili per la fiducia ancora una volta accordataci. Ci impegneremo per offrire un ottimo servizio».

I sindacati

A tirare un sospiro di sollievo per l'assegnazione, e quindi per il ripristino dei collegamenti “seppure trisettimanali” tra Cagliari e il Lazio, anche i sindacati. Per Arnaldo Boeddu, segretario generale della Filt Sardegna «finalmente si mette una pezza ad una situazione molto difficile per la mobilità delle persone e delle merci». «Adesso - dice-, oltre alla frequenza del collegamento, è finalmente possibile conoscere la tipologia del naviglio che verrà utilizzato il numero e la qualità delle cabine disponibili così come i metri lineari di garage». Resta da sciogliere un nodo. Quello relativo al prossimo bando. «Per almeno sei mesi i Sardi potranno stare tranquilli ma in tutti questi ultimi mesi e sopratutto nelle ultime tre settimane si è rischiato di perdere un servizio pubblico in continuità territoriale - continua -. Vedremo se in sei mesi il Governo Nazionale e la Regione Sardegna saranno in grado di aggiudicare il bando di gara con durata quinquennale in maniera da poter dare certezze ed un giusto lasso di tempo a passeggeri ed imprenditori per programmare con certezza e per tempo le ferie così come la propria attività economica. Inoltre i bandi di gara dovranno contenere la salvaguardia dei livelli occupazionali del personale marittimo espressi fino ad ora».La nave CataniaIl servizio sarà effettuato dalla nave Catania che, battente bandiera italiana, può trasportare oltre 2.200 metri lineari di merci rotabili, fino a 955 passeggeri con a disposizione 93 cabine.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti