IL SALVATAGGIO

Toto-Benetton per Alitalia? Una impossibile poltrona per due

di Alessandro Plateroti


(ANSA)

2' di lettura

Più che un brillante colpo di scena, la candidatura della famiglia Toto al salvataggio di Alitalia sembra un pericoloso colpo di sole. Il governo ha certamente il diritto di scegliere a chi cedere la compagnia, ma anche il dovere di fare la scelta migliore: visti i precedenti della gestione-Toto di Alitalia e i potenziali conflitti di interesse che potrebbero nascere in un futuro azionariato con le Ferrovie dello Stato (Anas è sotto il controllo di FS), la decisione di lanciare la candidatura del costruttore abruzzese ha creato non solo tensione tra i dipendenti Alitalia, ma anche stupore e incredulità tra chi si era dichiarato disponibile a investire sull’ex compagnia di bandiera. Nel caso specifico, il gruppo Benetton.

La famiglia di Ponzano Veneto si era infatti fatta avanti con il Governo per formare insieme alle Ferrovie una compagine azionaria in grado di rilevare il controllo della compagnia e sostenerne lo sviluppo con forti investimenti: i Benetton sono non solo l’unico gruppo privato italiano ad essersi fatto avanti concretamente nel salvataggio di Alitalia, ma anche un partner ideale per il vettore italiano grazie al controllo azionario di Aeroporti di Roma. Senza contare che candidandosi al salvataggio di Alitalia, i Benetton avrebbero tolto il governo dall’imbarazzo con l’Europa, riaprendo al contempo e su basi più costruttive il dialogo con l’esecutivo: dopo lo scontro sul crollo del viadotto di Genova, i rapporti sono di fatto in mano agli avvocati.

Anche su questa base, è difficile capire la logica con cui si sta muovendo il governo. Secondo alcuni osservatori, la candidatura di Toto potrebbe essere solo un modo per spingere i Benetton ad alzare l’offerta e gli impegni su Alitalia: secondo altre fonti, invece, la decisione del ministro Di Maio di rivelare pubblicamente la candidatura di Toto è l’ennesima dichiarazione di guerra del governo contro il gruppo finanziario e industriale di Ponzano Veneto. Una cordata Toto-Benetton? Per i veneti appare impossibile: il salvataggio non prevede una poltrona per due.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti