Sport

Tour de France, Sagan vince la seconda tappa e si prende la maglia gialla

a cura di Datasport


2' di lettura

E' arrivata subita la risposta del campione del mondo. Peter Sagan, dopo aver perso nello sprint la prima tappa contro Gaviria, ha trovato subito il successo nella seconda frazione e anche la maglia gialla. Lo slovacco ha vinto la volata di La Roche-sur-Yon sfruttando anche la caduta a 2 km dal traguardo del rivale colombiano e lo stop per foratura di Marcel Kittel a 7 km dall'arrivo. Arriva secondo uno strepitoso Sonny Colbrelli, a un passo dal bersaglio grosso mentre il terzo posto è del francese Arnaud Demare, che aveva lanciato la volata prima di essere ripreso dallo scatto pauroso di Sagan. Buon piazzamento anche per il secondo italiano Pasqualon che chiude in ottava posizione. Quello di oggi è il 9°trionfo in carriera al Tour de France per il ciclista slovacco che ha conquistato la vittoria di giornata e la maglia gialla grazie a uno scatto di talento e rabbia per l'amara sconfitta della prima frazione. Una menzione particolare però va anche al veterano Sylvain Chavanel che a 39 anni suonati ha guidato i 170 km di fuga per buona parte in solitaria sotto il grande caldo del nord della Francia. Per il ciclista di Châtellerault questo è il 18esimo Tour de France consecutivo, un record mai visto che dura dal 2001, da quando è stato capace di concludere la corsa in 15 occasioni. Anche la seconda tappa è stata condizionata da diverse cadute come quella che ha costrello al ritiro Luis Leon Sanchez e l'eritreo Tsgabu Grmay, prima che anche Adam Yates finisca per terra ma riesca a rientrare in gara seppur con un po' di ritardo. A 13 km dal traguardo finisce l'avventura Sylvain Chavanel, che conclude la sua cavalcata tra i complimenti del gruppo e gli applausi dei suoi tifosi. Si iniziano a formare i blocchi per i velocisti, ma a -7 km una foratura estromette Kittel dalla bagarre finale e l'ennesima caduta coinvolge la maglia gialla Gaviria e Matthews che vengono esclusi dalla volatana finale. A -300 metri Demare prova l'affondo, ma Sagan riesce subito a riprenderlo e sventando l'incredibile recupero di Colbrelli va a vincere di muscoli e di classe la seconda tappa che lo corona come nuova maglia gialla.

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti