In Europa a metà dicembre

Toyota bZ4Xn, pronto al lancio il suv elettrico

Il costruttore giapponese l’aveva anticipato con un concept al Salone dell’auto di Shanghai in primavera in vista del debutto in Europa per metà dicembre.

di Corrado Canali

4' di lettura

Toyota entra nell'era dell'elettrico puro con un suv, il bZ4X, una sigla, un po’ difficile e cervellotica, che va riferimento alla strategia di elettrificazione Beyond Zero con la quale il brand giapponese prevede di lanciare sul mercato almeno 15 veicoli a batteria entro il 2025, sette dei quali utilizzeranno la stessa sigla bZ. Ma il nuovo suv che era stato anticipato da un concept al Salone di Shanghai 2021 sarà il primo modello a utilizzare la piattaforma per vetture elettriche la nuova e-TNGA sviluppata con Subaru che la utilizzerà per il già annunciato Solterra. Il bZ4X debutta in Europa il 2 dicembre con l’apertura degli ordini il 15 dicembre.

Dimensioni simili a quelle del Rav4

Lunga 4,69 metri, alta 1,65 m e larga 1,86 m, la versione definitiva del bZ4X ha mantenuto le forme e le proporzioni del concept mostrato Shanghai. Basata sulle caratteristiche distintive della nuova piattaforma, la prima Toyota a batteria offre degli sbalzi ridotti e un passo lungo alla base di un abitacolo accogliente. In effetti Toyota afferma che lo spazio per le gambe dei passeggeri posteriori è paragonabile ai quasi 900 mm offerti dalla berlina di lusso la Lexus, la LS. Qui, però, la piattaforma è alla base di un modello di crossover a quattro ruote motrici da qui il suffisso 4X e della taglia paragonabile ad una Rav4.

Loading...

Un design innovative per i modelli elettici

Il design futuristico del nuovo bZ4X si identifica con dei pannelli scolpiti, dei passaruota squadrati e neri e ancora un frontale imponente con sottili fari a Led. A cui si aggiunge un nuovo design front-end che anticipa il linguaggio di progettazione per tutti i futuri veicoli elettrici con badge bZ. Al posto di una griglia convenzionale, infatti, c'è adesso una sottile striscia nera che ospita i sensori per le funzioni di guida autonoma. Un pacchetto che è davvero parte integrante del nuovo look introdotto da Toyota che punta a generare un atteggiamento inedito e una diversa presenza su strada del suo suv a batteria.

A bordo una connettività di livello

L’abitacolo è stato progettato soprattutto per garantire a chi è alla guida un senso di connessione diretta con la strada e con informazioni importanti. Il cruscotto è montato in basso per una migliore visibilità anteriore e per ridurre al minimo le distrazioni. Il grande display centrale, l’ampia console centrale e il cruscotto strutturato sono stati ripresi dal concept. Con una chicca rappresentata dal volante in stile cloche con una forma che ricorda quella annunciata da Tesla per la rinnovata Model S. Secondo Toyota lo si potrà ruotare fino a 150 gradi senza la necessità di dover incrociare le braccia.

Un nuovo sistema di sterzata steer-by-wire.

A bordo oltre ad uno spazio per i bagagli con una capacità di 452 litri sono previste tutte le funzioni di multimedialità, oltre alla gestione di tutti dei tanti sistemi di assistenza alla guida. Davanti al guidatore, invece, c'è il quadro strumenti digitale da 7 pollici che mostra le principali informazioni sulla guida.Sulla bZ4X, inoltre, debutta il One Motion Grip, il sistema di sterzata steer-by-wire. In pratica, il movimento dal volante alle ruote non è trasmesso da organi meccanici, ma solo attraverso una centralina elettronica. In questo modo, si hanno molto più centimetri di spazio per le gambe e meno ingombri.

Duplice soluzione anteriore o integrale

Il suv bZ4X è equipaggiato con una batteria da 71,4 kWh che a seconda degli allestimenti consente un'autonomia di oltre 450 km nel ciclo WLTP. Per supportare l'unità elettrica si può richiedere il tetto con pannelli solari integrati che, secondo Toyota, può far percorrere da solo fino a 1.800 km in più ogni anno. La potenza della versione 4WD è scaricata attraverso due motori elettrici da 80 kW l'uno, 217 cv totali e 336 Nm sistemati uno sull'avantreno e uno sul retrotreno. Sviluppati sempre in collaborazione con Subaru sono gestiti in diverse modalità per migliorare la guida sia nel offoroad che su fango e neve.

L’80% di ricarica in 30 minuti

E' comunque disponibile anche una versione a trazione anteriore da 204 cv di potenza massima e 265 Nm di coppia che è accreditata di uno spunto da0-100 kmh di 8,4 secondi, mentre l'integrale 4WD ha un’accelerazione di 7,7 secondi e una velocità a 160 kmh. L'auto può essere collegata ad una rete di ricarica rapida da 150 kW per raggiungere l'80% della disponibilità in 30 minuti. Il suv è poi ottimizzato da un sistema di ricarica solare che consente di garantire che il clima molto più freddo abbia un impatto minimo a bordo, come è noto uno degli svantaggi della tecnologia tipica delle batterie di tipo convenzionale.

Il bZ4X contribuisce alla neutralità carbonica

Un'ulteriore parte della strategia Beyond Zero che viene portata al debutto con il suv bZ4X è quello di riuscire a raggiungere la neutralità carbonica di tutti i veicoli Toyota durante il loro intero ciclo di vita, a partire dalla catena di approvvigionamento ha venduto nel mondo più di 17 milioni di veicoli di tipo elettrificato può dichiarare di aver contribuito ad un consistente risparmio di CO2 stimato in circa 140 milioni di tonnellate. Soltanto nel decennio tra il 2010 e il 2019 Toyota ha infatti ridotto le emissioni di CO2 della sua flotta del 22%.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti