test drive

Toyota Corolla, bella e green: ecco come va l'ibrida per la famiglia 4.0

di Renato Chiaramonti


default onloading pic

2' di lettura

Sportiva, e quasi aggressiva, appena si presenta non sembra neanche una lontana parente delle numerose e gloriose antenate: l'aspetto della nuova Corolla è tutt'altra cosa. Un'auto che può anche far girare la testa, soprattutto se in versione bicolore “Emotional red”, che ne accentua le forme sportive. Alla guida, la berlina Hatchback (c'è anche la station wagon Touring sport) rivela invece il carattere di famiglia, generoso e affidabile prima di tutto. In particolare la versione provata del 1.8 da 122 cavalli - senz'altro diverso il discorso per il 2.0 da 200 cavalli - mette chiaramente la testa a posto; la sportività della forma lascia spazio a stabilità e comfort di guida, entrambi elevati, e consumi sorprendentemente bassi nonostante il periodo estivo offra molta autostrada e poca città: la media finale è di 17,1 chilometri con un litro.

Lo stile
Bella, ma anche spaziosa. Le linee della nuova Corolla segnano uno stacco netto rispetto a quelle ultraconformiste delle versioni precedenti così come della Auris: la disposizione della griglia frontale dona un aspetto tutt'altro che banale, e ulteriore originalità deriva dal gruppo ottico a LED, peraltro estremamente efficace in fase di guida. Remake un po' meno riuscito sul posteriore, dove si perde un po' di brio. La spaziosità dell'interno è impressionante, valorizzando al massimo i 4.370 mm della vettura: in quattro si viaggia comodi con tre grandi valigie riposte senza fatica nel bagaglio. Le forme sono piuttosto coerenti con l'esterno, anche se - soprattutto nella scelta dei materiali - si coglie qualche limite tipico delle antenate.

Il contenuto
Il motore 1.8, adeguatamente rinnovato (Leggi: Toyota Corolla, abbiamo guidato la nuova ibrida. Ecco come va su strada ) regge bene il test della Corolla pur regalando - comprensibilmente - più stabilità che brillantezza, ma ci sta. Oltre che i bassi consumi, probabilmente la virtù più apprezzata da chi sceglie un ibrido. La guida è confortevole, il quadro comandi un po' affollato ma beneficia di un'ampia dotazione di sicurezza assai maneggevole anche per chi è poco avvezzo, in particolare il cruise control adattivo con Stop&Go e il mantenimento attivo delle corsia (LTA). Anche lunghe distanze risultano una passeggiata.

I pro
Consumi, spazio, affidabilità. La Hybrid mette in fila ciò che cerca un amante della Corolla, a cui si aggiunge una rivoluzione estetica che può ragionevolmente ambire a chi la (vecchia) Corolla l'ha sempre guardata con sufficienza.

I contro
L'apparenza, un po', inganna: la sportività che si legge nelle linee non trova adeguato riscontro nella brillantezza, che però non si può chiedere al 1.8 122 cv. Un cruscotto poco ordinato, compreso il touchscreen da 8 pollici con comandi poco funzionali e alcune plastiche di troppo rovinano in parte lo sforzo stilistico, ma sono dettagli.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...