I BIG DELL’AUTO

Toyota, numero 1 al mondo nel 2020: superato il gruppo Vw. Non succedeva dal 2015

La pandemia ha colpito più duramente il Gruppo tedesco col risultato che i giapponesi a fine 2020 hanno riconquistato il primato di vendite mondiali dopo cinque lunghi anni.

di Corrado Canali

default onloading pic

3' di lettura

Toyota torna in testa alle vendite mondiali nel 2020. Il Gruppo giapponese e le controllate Lexus, Daihatsu e Hino pur diminuendo le vendite dell'11% nell'anno della pandemia ha totalizzato 9,53 milioni di unità immatricolate. I rivali del Gruppo Volkswagen compresi i marchi Audi, Porsche, Skoda, Seat e Vw naturalmente, oltre ai due brand di veicoli industriali Scania e Man si sono, invece, contratte del 15% per un totale di 9,31 milioni di unità. Era dal 2015 che al colosso asiatico non riusciva a riconquistare il tetto del mondo. Un risultato che è stato minimizzato da Toyota “Non ci interessa il ranking, ma di servire al meglio i clienti” ha commentato un portavoce della casa giapponese.

Alla base del sorpasso le vendite nel Vecchio Continente

La più marcata presenza di Volkswagen in Europa dove si è registrato nel 2020 un calo senza precedenti del 24%delle vendite complessive di autovetture a meno di 10 milioni di unità ha finito per pesare sui risultati del gruppo tedesco che, infatti, ha incassato la peggiore performance dell'ultimo decennio con un calo del 15%. Anche Toyota ha dovuto fare i conti con la contrazione del mercato negli Stati Uniti dove ha la sua presenza maggiore al di fuori del Giappone, ma negli Usa le vendite complessive di auto l'anno scorso sono diminuite soltanto del 15%, nonostante il Paese abbia fatto fatto registrare un più alto numero di contagi e morti senza le severe misure adattate in Europa.

Loading...

In aggiunta ha poi inciso il cambio strategico adottato da Vw

Da considerare che l'amministratore delegato del gruppo VW Herbert Diess ha avviato a partire dal 2018 un vero e proprio cambiamento strategico per concentrarsi sull'aumento della redditività piuttosto che sulla crescita delle vendite. Il crollo ulteriore del mercato innescato dalla pandemia nel 2020 ha messo in difficoltà il Gruppo tedesco, nonostante prima dell'anno scorso, VW aveva superato Toyota ogni anno dal 2015 in poi. I risultati 2020 dei due gruppi potrebbero essere indicativi di una tendenza a lungo termine. Se Volkswagen nel 2021 potrebbe sorpassare temporaneamente Toyota sostenuta in particolare dalla forte domanda di vetture elettrificate, i giapponesi tuttavia dovrebbero mantenere la testa delle vendite mondiali fino al 2025.

Le stime delle vendite di auto mondiali sono in crescita

La spinta di VW a produrre più veicoli elettrificati dovrebbe tuttavia fare e conti sui blocchi prolungati e le chiusure dei concessionari nel suo mercato più importante, l'Europa. Mente Toyota si avvantaggia più a lungo termine delle forti vendite nei suoi mercati principali, il Giappone e gli Stati Uniti. In Cina, il più grande mercato automobilistico del mondo e il più grande dopo l'Europa di Volkswagen, deve far fronte ad una difficile battaglia puntando a vendere più veicoli elettrici oltre che suv possibili in linea con la domanda locale. Stime in crescita delle vendite mondiale di auto: nel 2021 dovrebbero essere di 84,4 milioni superiori ai 76,8 milioni del 2020 per arrivare nel 2025 a 94,8 milioni.

Dietro ai due top player si accende la sfida per il terzo posto

Il duello al vertice fra Toyota e Volkswagen è destinato, dunque, a durare nel tempo. Se mai all'orizzonte degli scenari mondiali va messo in conto la sfida per la terza posizione visto che a giocarsela saranno l'alleanza Renault-Nissan e il nuovo gruppo automobilistico, Stellantis, risultato dalla fusione fra Psa e Fca che dall'inizio di gennaio opera in maniera ufficiale sul mercato, sulla base del quarto posto conquistato con la somma aritmetica delle immatricolazione dei due gruppi nel 2020. Anche in questo caso si prospetta una sfida a lungo termine visto che Renault con alla guida il nuovo ceo Luca De Meo e gli alleati di Nissan sono alla prese con un rilancio che potrebbe portare buoni risultati.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti