test drive

Toyota Rav4, la quinta generazione porta una vera mutazione genetica

di Massimo Mambretti


default onloading pic

3' di lettura

Più che il frutto di un’evoluzione è il risultato di una rivoluzione, perché la Rav4 Hybrid edizione 2019 non si limita a essere nuova da cima a fondo ma è anche del tutto fedele alla filosofia su cui poggia lo sviluppo della nuova famiglia della Toyota. Guidando la quinta generazione del best seller dei suv della casa giapponese sulle strade e lungo i percorsi off-road dell’entroterra catalano la mutazione genetica emerge chiaramente.

Così, l’inedita linea, che è personale e persino slanciata, è solo la punta dell’iceberg costituito da un insieme di tecnologie rivolte a ottimizzare tanto il rendimento quanto il comportamento e il confort sia della versione a trazione anteriore sia di quella a quattro ruote motrici della Rav4.

Entrambe sono spinte da un sistema propulsivo basato su un powertrain formato da una nuova unità termica da 2,5 litri e da un motore elettrico alimentato da un compatto pacco di batterie al Nichel-Metallo Idruro affiancato da un’evoluzione della trasmissione e gestito da un’inedita rete elettronica.

Offrono, però, picchi di potenza diversi: 219 cv nel caso della variante a due ruote motrici e 222 cv in quello dell’Awd-i. Quest’ultima, che promette di essere gettonata in larga percentuale, adotta un secondo motore elettrico sistemato posteriormente per offrire la trazione integrale. Il sistema normalmente assegna la motricità all’avantreno ma, all’occorrenza, può trasferirla sino all’80% al retrotreno.

La metamorfosi generale della Rav4 è propiziata dall’architettura modulare Tnga Ga-K. Cosa porta in dote? Oltre alla definizione di lineamenti più slanciati rispetto a quelli delle Rav4 precedenti, favorisce la razionale integrazione del powertrain, una distribuzione della massa pressoché identica sui due assali, carreggiate molto più ampie e un baricentro ribassato rispetto alla Rav4 precedente, un passo superiore di 3 centimetri e un interno di grande volumetria in rapporto alla lunghezza di 4,60 metri. Lo spazio, quindi, abbonda tanto nella zona destinata ai passeggeri quanto in quella di carico, la cui capacità spazia da 580 a 1.690 litri. L’ampiezza dell’abitacolo è accentuata sia dall’arredamento di andamento lineare e poco invasivo, sia dalla luminosità impressa dall’estensione delle superfici vetrate che, ovviamente, si riflette anche sulla visibilità. A bordo colpiscono tanto la realizzazione curata quanto l’atmosfera hi-tech, sebbene sia più virtuale che reale.

Certo, la strumentazione che integra un display configurabile da 7” e il retrovisore che si può trasformare in un monitor che proietta l’immagine raccolta dalla telecamera posteriore, grandangolare e orientabile anche verso il basso, e la possibilità d’interagire con la vettura da remoto sono elementi hi-tech.

Il risultato finale, però, è intaccato dal sistema d’infotainment con un display da 8” attorniato da tasti fisici, integrabile solo a richiesta da un navigatore di grafica e funzionalità non al passo con i tempi e che, almeno per ora, non offre incredibilmente Apple CarPlay e Android Auto. Invece, le sensazioni che si avvertono dopo poco che si guida la Rav4 Awd-i si confermano con lo scorrere dei chilometri. Infatti, il sistema Full Hybrid 4.0 sfodera una reattività e una linearità di erogazione ben lontane da quelle del suo predecessore, specie ricorrendo alla modalità Sport.

Merito dell’upgrading generale del powertrain e, soprattutto, della maggiore dialogo che innesca la rivisitazione del cambio che, per di più, si riflette positivamente anche sul confort poiché provoca meno rumorosità. E sorprende pure il comportamento poiché la nuova Rav4 si muove sicura e, persino, precisa sui percorsi tortuosi perché non rolla, ha un assetto ben calibrato e la spinta fornita dal retrotreno aiuta a ottimizzare la percorrenza delle curve.

La nuova Rav4 è proposta negli allestimenti Active, Style e Lounge a prezzi che partono da circa 34.500 euro nel caso della versione a trazione anteriore e da oltre 37.000 euro in quello della Awd-i, ma una promozione Toyota in caso di permuta o di rottamazione riduce il listino di 4.600 euro.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...