ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùStrategie

Toyota rilancia le alternative alle batterie

Idrogeno e modelli Cross

di Giulia Paganoni

Corolla Cross. La versione a ruote alte della Corolla è spinta dal 2 litri ibrido da 197 cv. offerta a trazione anteriore oppure integrale con motore elettrico da 30,6 kW per le ruote posteriori

2' di lettura

Elettrificazione, ruote alte, idrogeno e mobility company. Sono questi gli asset di sviluppo della strategia del gruppo Toyota che comprende i marchi Toyota e Lexus.

Ll’elettrificazione, soprattutto in chaive ibrida, è da sempre un cavallo di battaglia del gruppo, ricordiamo che Toyota è stato il primo marchio a presentare unl’auto elettrica di serie nel 1997 con la Prius Full Hybrid, proseguito con i veicoli Plug-in Hybrid, Full Electric e Hydrogen. Ma ll’elettrificazione non è tutto. Infatti, già nel 2020 Akio Toyoda, Presidente e Ceo di Toyota Motor Corporation, aveva dichiarato che ll’auto elettrica è un business immaturo con costi energetici e sociali insostenibili. E la sua convinzione in questa direzione è stata confermata anche pochi mesi da quando ha dichiarato che i veicoli elettrici sono sopravvalutati e che se tutti guidassimo unl’auto elettrica il sistema collasserebbe. Dichiarazioni importanti e “pesanti” in linea con la strategia Beyond Zero che che si pone come ambizione quella di andare “oltre” le emissioni zero dei propri mezzi, e di contribuire a rendere il mondo un posto migliore, anche grazie al miglior utilizzo di questo importante vettore energetico. È per questo motivo che Toyota investe nelle tecnologie delle fuel cell a idrogeno da oltre 30 anni. Si tratta di uno sviluppo che ha portato alla produzione della Mirai, la prima berlina prodotta in serie dal 2014, attualmente giunta alla seconda generazione, diffusa in tutto il mondo con circa 20mila esemplari. Una vettura che emette solo gocce dl’acqua, si rifornisce in meno di 5 minuti ed ha unl’autonomia di circa 650 km. Non solo, questa tecnologia viene messa a disposizione di altri partner industriali per diverse soluzioni come treni, navi, autobus, mezzi elevatori e impianti stazionari.

Loading...

Ma anche il marchio Lexus sta lavorando per introdurre nuove tecnologie ad hoc per i nuovi veicoli. Infatti, recentemente è stata presentata la quinta generazione di Rx, modello identificato come pioniere tra i suv di lusso nel mondo. La prima generazione risale al 1998 e con la nuova viene riprospettato basandosi su un vasto heritage del modello. Rx, insieme al recente NX e alll’imminente modello completamente elettrico RZ, contribuirà a costruire il “prossimo capitolo” del marchio Lexus. Infatti, questi tre modelli daranno al brand la copertura più completa del mercato dei suv premium D/E.

E a proposito di modelli “alti”, Toyota sta ingrandendo la famiglia Cross che vede ll’arrivo, dopo la Yaris anche Corolla in versione a ruote rialzate. Infine, il gruppo Toyota si sta innovando anche dal punto di vista del business, da puro costruttore automobilistico a mobility company, con il lancio di Kinto, il brand che si occupa delle nuove esigenze di mobilità, come il car sharing.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti