LA CRISI CORONAVIRUS

Toyota scende in campo a supporto della Croce Rossa Italiana

Per fronteggiare l'emergenza sanitaria in corso, i brand del gruppo giapponese hanno messo a disposizione della Croce Rossa Italiana una flotta per gli spostamenti quotidiani degli operatori.

di Giulia Paganoni

default onloading pic

Per fronteggiare l'emergenza sanitaria in corso, i brand del gruppo giapponese hanno messo a disposizione della Croce Rossa Italiana una flotta per gli spostamenti quotidiani degli operatori.


2' di lettura

È il tempo della gentilezza e della solidarietà. Sono numerosi i gesti concreti che case automobilistiche e aziende di ogni settore stanno mettendo in campo per fronteggiare il nemico invisibile: il Covid-19. In azione anche la rete di concessionarie italiane dei marchi Toyota e Lexus (gruppo di Toyota) che stanno mettendo a disposizione della Croce Rossa Italiana una flotta di veicoli da utilizzare fino alla fine dell'emergenza sanitaria.

Consegna medicinali e assistenza sanitaria
Le automobili Toyota e Lexus che in questi giorni vengono consegnate ai comitati sul territorio della Croce Rossa Italiana, saranno utilizzate dai volontari per i servizi di sostegno alla popolazione in questo momento così difficile. I veicoli verranno utilizzati, per esempio, per alcune attività di assistenza sanitaria domiciliare e per la consegna di medicinali e beni di prima necessità alla persone che non possono uscire di casa.

Vicini ai più vulnerabili: una forte responsabilità
Fin dall'inizio dell'epidemia, la Croce Rossa Italiana ha intrapreso molteplici azioni, intervenendo per garantire soccorso, supporto logistico, sanitario, psicologico e il trasporto in sicurezza dei casi che necessitano ospedalizzazione o assistenza domiciliare. La Cri ha deciso di trasformare questo momento di emergenza del Paese nel “Tempo Della Gentilezza”, intensificando tutti i servizi sul territorio nazionale dedicati a sostenere le persone più vulnerabili. Un obiettivo molto difficile da raggiungere ma che con l'aiuto di tutti può essere più fattibile; si pensi che sono migliaia le telefonate che ogni giorno arrivano da tutta Italia al numero verde per chiedere aiuto.

Andare oltre le barriere fisiche e sociali
Essere vicini ai più vulnerabili, alle persone fragili è da sempre la missione della Croce Rossa Italiana (e non solo) e in questo momento così delicato è ancora più forte la responsabilità. Ricordiamo anche che Toyota nel suo ambito è tra gli attori più attivi nella visione di una mobilità senza barriere fisiche e sociali, sostenendo il valore dell'inclusività. E in ottica di alleviare la sofferenza umana che oggi si sta vivendo, la Cri non è sola. Infatti, sono numerose le donazioni e i gesti di vicinanza di chi sta sostenendo il comitato. Tra questi anche la messa a disposizione dei veicoli che volontari e operatori potranno utilizzare per raggiungere ancora più persone che non possono uscire di casa per fare la spesa o comprare farmaci.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti