AUTO ALLA SPINA

Toyota alla svolta elettrica, senza abbandonare l'ibrido

La casa giapponese con la piattaforma e-TNGA per modelli a batteria è pronta ad entrare nel mondo dei veicoli a zero emissioni, ma ad affiancare alla doppia alimentazione

di Corrado Canali

4' di lettura

L'annuncio è ufficiale e l'occasione è l'appuntamento di fine anno nel corso del quale Toyota ha fatto il punto sulle nuove strategie che scatteranno a partire proprio dal 2021. Il brand giapponese avvierà, innanzitutto, un decisa svolta in tema di elettrificazione presentando entro il 2025 sei nuovi modelli tutti a zero emissioni a cui si aggiungerà un'accelerazione in tema di tecnologia che prevede il lancio di batterie allo stato solido che presto vedremo sulle auto di serie. La base delle Toyota e Lexus elettriche di nuova generazione è la e-TNGA e cioè Electric Toyota New Global Architecture.

Nuova piattaforma per le elettriche del futuro

Si tratta del nuovo pianale, totalmente modulare pensato per gestire qualsiasi tipologia di elettriche: solo pochi elementi sono immodificabili, mentre gran parte delle caratteristiche, come la lunghezza, la larghezza, l'altezza e il passo, sono personalizzabili. A seconda della versione, infatti, il telaio può ospitare batterie più o meno grandi e dunque più potenti e uno o anche due motori a zero emissioni con la possibilità di produrre auto a trazione anteriore, posteriore o integrale. Così la Toyota potrà usare una meccanica comune per tutti imodelli elettrici, limitando i costi di sviluppo e di produzione.

Loading...

Il primo di sei modelli elettrici in arrivo sarà un suv

Il primo modello a utilizzare la nuova piattaforma e-TNGA sarà un suv anticipata nei giorni scorsi da un teaser che ne ha svelato la silhouette laterale: la prima elettrica Toyota avrà un lunotto inclinato tipico dei suv coupé. Il modello che dovrebbe avere le dimensioni di un Rav4 ma a passo lungo oltre che proposto a trazione integrale o a due ruote motrici. E visto che il componente chiave per la diffusione delle elettriche è la batterie, Toyota ha deciso da tempo di creare una joint venture con lo storico partner che che è da sempre Panasonic per migliorare non solo l'efficienza nella fase di sviluppo, ma anche nella produzione degli accumulatori dei prossimi anni.

Le batterie allo stato solido sono quasi pronte

Proseguono negli studi sulle batterie allo stato solido le più leggere e prestazionali rispetto agli accomulatori di oggi, ha annunciato che entro il 2025 dovrebbe arrivare sul mercato il primo modello di serie elettrificato con questa tecnologia. La Toyota ha inoltre spiegato di voler rendere disponibili a tutti i partner la tecnologie fuel cell già impiegata sulla nuova Mirai che sarà in vendita nel corso del 2021 in Europa ad un prezzo di partenza al di sotto dei 70 mila euro. L'obiettivo è di incoraggiare la diffusione di veicoli a idrogeno, facendo aumentare le vendite di auto equipaggiate con questa alimentazione.

Al via luna maggiore diffusione dell'idrogeno in Europa

Sempre in Europa Toyota realizzerà anche il Fuel Cell Business Group che supporterà la diffusione dell'idrogeno e di cercare nuovi partner, anche in ambiti diversi a quello della mobilità. Per questo motivo la Casa giapponese si è unita alla Japan Hydrogen Association, un'associazione che promuove lo sviluppo delle tecnologie fuel cell. Ma Toyota non punterà solo sui nuovi modelli. Come annunciato negli scorsi mesi, la Casa giapponese intende offrire servizi col nuova brand Kinto e fra l'altro ad aprile 2021 inaugurerà a Colonia, in Germania, una nuova sede europea per il suo marchio di mobilità.

Toyota non intende però abbandonare l'ibrido

La casa automobilistica giapponese si prepara dunque ad entrare nel mondo dell'auto elettrica in modo deciso, senza però abbandonare l'ibrido che ha inventato nel 1997 mettendo da allora su strada oltre 16 milioni di Toyota e Lexus, di cui più di 300 mila soltanto in Italia e indicando nell'elettrificazione la via maestra per diminuire sia i consumi che le emissioni, visto che solo il 10% delle vendite globali entro il 2025 non sarà elettrificato e ci saranno viceversa oltre 60 varianti dotate di batteria. Ovviamente anche tutte le future Lexus elettriche utilizzeranno l'annunciata nuova piattaforma e-TNGA.

Lexus e le nuove elettriche che arriveranno dal 2022 in poi

veniamo a Lexus il cui futuro elettrificato avrà un nome: Direct4. La nuova tecnologia, infatti, verrà utilizzata per garantire il massimo controllo dei motori elettrici che saranno impiegati sulle auto a batteria e sulle ibride. L'obiettivo è quello di controllare con estrema precisione il funzionamento del powertrain, garantendo un'esperienza di guida senza eguali. ll Direct4 di Lexus è un sistema di controllo in grado di regolare continuamente il bilanciamento della coppia che è trasmessa sui due assi dell'auto, adattando il powertrain alle condizioni stradali e allo stile di guida del conducente.

Dinamica di guida specifica per auto elettriche

A differenza di altri sistemi, quello sviluppato dal brand di lusso di Toyota prevede che il propulsore elettrico sia direttamente collegato alle ruote della vettura, così da garantire una maggiore reattività agli input del guidatore. Ciò aumenta anche il feeling di guida e infonde nel pilota una maggiore fiducia nell'auto, che risponde ai comandi in maniera istantanea e, secondo quando anticipato da Lexus, sarò in grado di fornire un bilanciamento tra prevedibilità e divertimento. Il sistema, tuttavia, è pensato anche per garantire il massimo livello di silenziosità e confort a bordo:

Pronta la concept che anticiperà la nuova elettrica di lusso

Presentando la nuova tecnologia che accomunerà tutte le elettrificate del futuro, alla Lexus hanno anticipato le forme della concept a zero emissioni che presenterà nei prossimi mesi. Sulla base del fatto che le tecnologie d'elettrificazione cambieranno lo stile delle vetture del futuro, visto che non si dovranno più ricavare delle aperture per il raffreddamento e integrare dei voluminosi organi meccanici, ai designer sarà lasciata una maggiore libertà di progettazione per creare auto con forme molto diverse rispetto a quelle attuali. Lo si vedrà già col prototipo che verrà presto svelato da Lexus.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti