CALCIO&FINANZA

Tra Liverpool e Tottenham sfida anche nei bilanci

di Gianni Dragoni

Champions, Klopp: sarà difficile, giochiamocela e vinciamo

3' di lettura

Le due finaliste di Champions League di calcio brillano anche nei conti. Liverpool e Tottenham hanno costruito bilanci molto solidi, che spiccano nel modello più ricco del calcio, quello inglese. Abbiamo messo a confronto la situazione economica e i bilanci delle due squadre, seguendo le elaborazioni fatte da Kpmg Football Benchmark, che ha appena pubblicato il rapporto annuale sul valore d’impresa dei 32 maggiori club europei.

GUARDA IL VIDEO - CHAMPIONS, KLOPP: SARÀ DIFFICILE, GIOCHIAMOCELA E VINCIAMO

Loading...

Il valore del club
Prendiamo in considerazione sei indicatori. Il primo è il valore del club. Il Liverpool ha un valore d’impresa al primo gennaio 2019 pari a 2.095 milioni di euro, secondo i calcoli di Kpmg, superiore al Tottenham che vale 1.679 milioni. Entrambe le società hanno avuto un notevole incremento di valore nell’ultimo anno, +33% i “Reds” e + 31% gli “Spurs”. Nella classifica del valore il Liverpool è settimo in Europa, il Tottenham è nono, nell’ultimo anno ha superato la Juventus, prima delle italiane.

Cos’è il valore d’impresa
Kpmg ha stimato il valore delle società di calcio utilizzando il metodo detto “Enterprise value”, cioè valore d’impresa, lo stesso che viene utilizzato per calcolare il valore delle aziende. Si fa la somma algebrica tra il valore di mercato del capitale proprio (o patrimonio netto) più il totale dei debiti finanziari, meno la liquidità, la cassa. Kpmg misura questo valore partendo dai ricavi con l’applicazione di un multiplo, che non è uguale per tutti, ma viene adattato con un algoritmo. Vengono ponderati cinque parametri: redditività, popolarità sui social media, potenziale sportivo (valore di mercato della squadra), diritti televisivi, proprietà dello stadio.

I ricavi
Il secondo indicatore che consideriamo in questo confronto sono i ricavi operativi. È il fatturato annuo, escluse le plusvalenze derivanti dal calciomercato, che alcune squadre (soprattutto italiane) impropriamente inseriscono nei ricavi, che risultano gonfiati. Le plusvalenze naturalmente incidono nel risultato finale del bilancio, ma non fanno parte dei ricavi. Il riferimento è ai bilanci della stagione 2017-2018, terminata il 30 giugno 2018. Nei dati analizzati da Kpmg il Liverpool ha 514 milioni di euro di ricavi, davanti ai 430 milioni del Tottenham. Dunque per il momento la partita vede in vantaggio i Reds 2-0.

Il costo del personale
In questa voce il Tottenham è migliore dell’avversario. Il costo del personale è pari al 39% dei ricavi operativi, contro il 58% del LIverpool. La squadra di Maurizio Pochettino accorcia le distanze e si porta sull’1-2. Kpmg fa notare che per questo indicatore il Tottenham è il più virtuoso di tutti i 32 principali club europei.

Utili record
Vediamo come si sono chiusi i bilanci al 30 giugno 2018. Entrambe le finaliste di Champions League hanno i conti in attivo, un fatto insolito per i club che eccellono nei risultati sportivi. Questo è dovuto soprattutto alle plusvalenze sul calciomercato. Il Liverpool ha un utile prima delle tasse di 136 milioni di euro, altissimo. Ma il Tottenham ha fatto ancora meglio, 157 milioni di utile prima delle tasse. “I due club hanno battuto ogni record di redditività nel calcio”, sottolinea Kpmg. Anche l’utile netto è da record: 127 milioni il Tottenham contro 114 milioni il Liverpool. Gli Spurs dunque segnano un punto e si portano sul 2-2.

Il valore della rosa
E’ il momento di analizzare il valore della rosa di ogni finalista al primo gennaio 2019. Secondo Kpmg la rosa del Tottenham ha un valore di mercato di 876 milioni di euro. I calciatori che valgono di più sono Harry Kane (151 milioni), Dele Alli (101 milioni) e Christian Eriksen (84 milioni). Il Liverpool però supera il miliardo (1.038 milioni), solo tre club in Europa ci riescono. I tre calciatori dei Reds che valgono di più sono l’ex romanista Mohamed Salah ( 168 milioni), Roberto Firmino (103 milioni), Sadio Mané (87 milioni). Il Liverpool ha nove “top player”, cioè giocatori del valore oltre 50 milioni, conro i sei del Tottenham. I Reds tornano in vantaggio, 3-2.

La popolarità
La partita sta per finire. Resta solo un punto da aggiudicare. La popolarità sui social media. Il totale dei follower su Facebook, Twitter, Instagram e You Tube aggiornati al 21 maggio 2019. Anche qui è il Liverpool a prevalere, con 64 milioni rispetto ai 19 milioni del club londinese.

Risultato finale: 4-2 per il Liverpool
Questo confronto è terminato, col punteggio di 4-2 a favore del Liverpool. Ma in campo, sabato primo giugno, la situazione potrebbe anche venire ribaltata.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti