Atenei e imprese

Trasferire le tecnologie dall’università alle Pmi: parte l’esperimento di Marconi Future Lab

L’obiettivo dell’ateneo digitale: supportare i progetti innovativi degli studenti affiancandoli a quelli di start up del territorio

2' di lettura

La rivoluzione digitale e le sfide derivanti dalle dinamiche globali, ancora più accentuate dal fenomeno pandemico, hanno da un lato evidenziato in modo definitivo l'impatto del progresso tecnologico anche sui modelli di apprendimento e dall'altro determinato in modo inequivocabile la centralità delle Università italiane nel giocare un ruolo di coordinatore e di abilitatore degli ecosistemi di innovazione nei quali sono inserite. Quest'ultimo aspetto è parte integrante della strategia di sviluppo dell'Università degli Studi Guglielmo Marconi che, come sottolinea il Presidente e Direttore Generale dell'Ateneo, Alessio Acomanni, “intende assumere un ruolo di primo piano sia a livello nazionale che internazionale non solo nell'ambito della formazione a distanza ma anche nelle altre due funzioni essenziali che caratterizzano la sua mission, ovvero la ricerca scientifica e la terza missione”.

L’incubatore/acceleratore Marconi Future Lab

In tale prospettiva, tra le numerose iniziative intraprese, vi è la creazione dell'incubatore/acceleratore Marconi Future Lab, un nuovo strumento che permetterà di favorire la crescita di start-up e PMI innovative, anche valorizzando le proposte che arriveranno direttamente dagli studenti dell'ateneo, e di creare sinergie e rapporti di collaborazione sempre più forti con il territorio, la società e il tessuto produttivo.

Loading...

L’accesso a forme di finanziamento privato

Nello specifico, continua Alessio Acomanni, “l'incubatore/acceleratore implementerà azioni di go to market e go to finance offrendo servizi di market analysis, business valuation, financial planning, funding e mentoring propri dei dipartimenti delle facoltà di economia, giurisprudenza e tecnologie applicate dell'Ateneo online e favorirà l'accesso delle aziende innovative a forme di finanziamento privato attraverso l'incontro con diverse tipologie di investitori e l'apertura di tavoli periodici di open innovation con public utilities e grandi gruppi industriali”.

L’università digitale

Unimarconi, è un’università digitale italiana nata per prima in Italia nel 2004 e si pone all'avanguardia nel comparto delle Università telematiche per la partecipazione a progetti finanziati internazionali e nazionali. A partire dal prossimo mese sarà impegnata anche nella fase di sostegno concreto allo sviluppo imprenditoriale di idee e progetti di studenti e piccoli imprenditori ai quali sarà riservato un fondo che verrà assegnato alle idee più innovative di oltre 50mila euro.Il Marconi Future Lab è stato creato in collaborazione con GreenHill Advisory-

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti