vendere casa

Trasparenza e multimedialità per l’annuncio immobiliare «perfetto»

di Francesco Nariello


Vendere casa, i consigli per l’annuncio immobiliare «perfetto»

3' di lettura

Scegliere i portali su cui veicolare gli annunci immobiliari, in base a budget e target di riferimento. Sfruttare al meglio l’evoluzione delle principali piattaforme online, che puntano sempre di più sull’utilizzo delle app direttamente su smartphone e tablet. Fornire più dettagli possibili sull’immobile, in ottica “trasparenza”, e curare la propria reputazione professionale online. Affiancare, alle inserzioni pubblicate in rete, azioni mirate in termini di campagne social e web marketing.
Sono alcuni degli spunti che emergono da “Portali Immobiliari - Guida pratica all'uso”, realizzata da Francesco Beraldo, co-fondatore di Accademia Agenti immobiliari Qualificati, e Gianluca Capone, consulente aziendale ed esperto in strategie di web marketing per il real estate. La pubblicazione – scaricabile gratuitamente online da oggi, 24 aprile – è una sorta di manuale che analizza le dinamiche di sviluppo delle piattaforme immobiliari in oltre un decennio, con l’obiettivo di offrire ai professionisti del settore consigli utili per far fruttare al meglio gli annunci online.

In base ai dati raccolti nella Guida (aggiornati al gennaio 2019), i 15 maggiori portali generano, su base mensile, oltre 58 milioni di visite – di cui circa l’85% (quasi 50 milioni) riconducibili ai tre siti leader Immobiliare.it, Casa.it, idealista.it – con un traffico più che triplicato negli ultimi otto anni (nel 2012 si era a quota 18 milioni).

Il primo step da compiere è la scelta della piattaforma su cui caricare gli annunci. «Gli elementi da considerare sono il budget a disposizione e la fascia di mercato cui si rivolgono gli immobili proposti. In generale – spiega Capone – non si può prescindere da almeno uno dei tre “top player”. Si può valutare, inoltre, se investire o meno su una portale generalista, in cui non si offrono solo case ma anche altre categorie di prodotti (veicoli, abbigliamento, viaggi, lavoro). Si tratta di siti molto visitati, consigliati ad esempio per chi vuole affittare in fretta, ma che per la vendita si focalizzano su target medio-bassi».

In termini pratici, un’attenzione particolare deve essere prestata ai contenuti delle inserzioni, cercando di esaltare i punti di forza degli immobili e fornendo più dettagli possibili in chiave trasparenza: prezzo, metratura, numero di stanze, caratteristiche (piano, riscaldamento, stato al rogito), zona e geolocalizzazione, recapiti dell'agenzia, una descrizione “congrua, realistica, non illusoria, attenta ai particolari”, foto di qualità e - magari - video e virtual tour.

L’utilizzo ottimale di immagini e contenuti multimediali diviene sempre più importante, di pari passo con la diffusione delle app connesse ai portali immobiliari. «La ricerca degli immobili direttamente su smartphone o tablet – osserva Capone – rende ancora più determinante l’impatto visivo: caricare una gallery, ricca e con foto curate, magari abbinata a descrizioni meno tecniche e più emozionali, può giocare un ruolo fondamentale per l’efficacia dell'annuncio. Può sembrare banale, ma ancora troppi agenti immobiliari trascurano questi aspetti».

Altro tema da tenere in considerazione, sopratutto in prospettiva «è quello delle recensioni sui professionisti: sebbene ci siano ancora resistenze tra gli operatori – spiega Beraldo – la reputazione online degli agenti sta ormai entrando nel settore del real estate». Lo conferma, tra gli altri, Carlo Giordano, ad di Immobiliare.it, che – nell'intervista inserita nella Guida – rivela come siano allo studio, «con grande attenzione, le tematiche delle recensioni, o meglio delle raccomandazioni positive a vantaggio dei professionisti», con l'obiettivo di comunicare «il valore dei servizi offerti dalla categoria».

Da non sottovalutare, infine, l’importanza di affiancare, alla presenza sui portali, l’investimento sul proprio sito web, «che è la base dove far fluire e capitalizzare i click veicolati dagli annunci online» e su campagne di web marketing mirate, sopratutto attraverso i canali social, ormai imprescindibili per valorizzare il “personal brand” di un agente, fattore che – a sua volta – può incidere, anche in termini di credibilità, sull’efficacia dell’annuncio.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti