ferrovie

Tratta Corato-Andria, accelera l’iter per il raddoppio dei binari

di Vincenzo Rutigliano

default onloading pic


2' di lettura

Firmato il contratto, saranno avviate entro la prima decade di giugno le attività necessarie alla progettazione esecutiva e poi all’inizio dei lavori di raddoppio della tratta ferroviaria Corato-Andria sud di circa 10 kilometri. A poche settimane dal primo anniversario della tragedia del 12 luglio 2016 – quando lo scontro tra due convogli della Ferrotramviaria provocò su quello stesso tratto la morte di 23 persone ed il ferimento di altre 52 – procede l’iter per realizzare quel raddoppio che, se già compiuto, avrebbe evitato il disastro, al netto dell’errore umano e dei sistemi di controllo antiquati ancora in uso lungo il tracciato ferroviario, tutti aspetti sui quali farà luce l’inchiesta della procura di Trani che vede indagate 14 persone.

Il contratto tra Ferrotramviaria, soggetto attuatore dell’intervento per conto della regione Puglia e la Cemes di Pisa (che guida l’Ati che ha battuto i quattro concorrenti in gara con un ribasso del 22,44%, quindi 26,3 milioni sui 33 posti a base d’asta), è stato siglato il 19 aprile. Entro la prima decade di giugno si darà il via formale alle prestazioni a carico dell’Ati, poi nei 90 giorni successivi sarà messo a punto il progetto esecutivo del raddoppio.

Loading...

«Entro i 30 giorni successivi il progetto andrà alla nostra validazione, poi ci sarà la consegna dei lavori che dovranno concludersi in 450 giorni», ricostruisce Pio Fabietti, ingegnere di Ferrotramviaria Engineering (la spa controllata da Ferrotramviaria che si occupa principalmente di progettazione di infrastrutture e direzione lavori) e Rup (Responsbaile unico del procedimento) dell’intervento. Dunque entro 18 mesi, cioè entro la fine del 2018, il raddoppio della tratta Corato-Andria Sud dovrebbe essere realtà.

Avviato il 16 aprile 2016, il raddoppio Corato-Andria Sud è un altro step di quel «Grande Progetto» (questo il suo nome ufficiale) da 180 milioni di euro per il raddoppio, velocizzazione e potenziamento della linea Bari-Barletta, commissionato dall’assessorato regionale ai Trasporti a partire dal giugno del 2006 e candidato ai fondi Fesr Puglia 2007-2013 e poi 2014-2020.

Tra i 19 interventi complessivi previsti – di cui alcuni già eseguiti – restano da realizzare, appunto, il raddoppio della tratta Corato-Andria (che fa parte di quello più ampio di raddoppio della linea da Corato fino a Barletta), l’interramento del tracciato in abitato di Andria, per 3.690 metri, e la costruzione di una nuova stazione, Andria Nord , entro il 2020-2021, e infine, l’interconnessione con la linea RFI di Barletta. Il Grande Progetto
prevede anche la realizzazione di 13 aree di scambio con parcheggi per
1.500 auto.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti