enciclopedia

Treccani e Artissima: l’arte è parola

Dal 1° al 3 novembre verranno presentate le opere di sei nuovi artisti: Giorgio Andreotta Calò, Giovanni Anselmo, Massimo Bartolini, Paolo Icaro, Marinella Senatore e Gian Maria Tosatti

di Giuditta Giardini


default onloading pic

4' di lettura

L'arte contemporanea è attratta e spaventata ad un tempo dal potere evocativo della parola. Alcune volte la parola diventa opera d'arte essa stessa, altre volte abbandona il suo significato originario per acquisirne di nuovi. Per fortuna a ripristinare l'armonia tra significante e significato ci pensa dal lontano 1925 l'Istituto dell'Enciclopedia Italiana fondato su iniziativa dell'industriale tessile e senatore del Regno Giovanni Treccani e del filosofo Giovanni Gentile, come “Istituto Giovanni Treccani per la pubblicazione della Enciclopedia Italiana e del Dizionario Biografico degli Italiani”.
Più volte l'Enciclopedia ha dialogato con l'arte, basti ricordare che nel 1972 alla Biennale di Venezia Emilio Isgrò cancellò tutta quanta l'Enciclopedia come ad omaggiare quel verso dantesco: “ma tu che sol per cancellare scrivi” (XVIII, Paradiso, Dante a Giovanni XXII). Pertanto, nel 2018, i tempi sembravano maturi perché l'Istituto facesse la sua grande-entrée nel mondo dell'arte. Il progetto Treccani Arte , nasce lo scorso anno con una missione precisa, quella di accompagnare il pubblico in un percorso di scoperta, conoscenza e comprensione dei massimi esponenti della creatività artistica contemporanea. Tra i vari progetti di questo capitolo c'è Alfabeto Treccani , una collana di opere inedite a tiratura limitata nata dalla collaborazione con Artissima , per cui ad ogni lettera è associato un artista il cui nome inizia con la stessa. Il primo nucleo di artisti, presentato alla fiera di Roma nel dicembre 2018, comprende Rossella Biscotti, Piero Golia, Marisa Merz, Diego Perrone, Maurizio Nannucci e Francesco Vezzoli. A poche settimane da Artissima (1-3 novembre 2019), Iacopo Ceni, responsabile per Treccani Arte, ci parla di questa collaborazione e delle sorprese che ci attendono per il 2019 e gli anni a seguire.

Come avviene questo scambio tra due mondi sulla carta diversi: un istituto storico come la Treccani e una fiera d'arte contemporanea come Artissima?
La continua attività di divulgazione culturale promossa dall'Istituto della Enciclopedia Italiana si è ramificata, con la nascita di Treccani Arte, verso la costruzione di un nuovo universo enciclopedico dedicato all'arte contemporanea, promuovendo, lungo questa strada, il confronto con studiosi e istituzioni internazionali. Da qui la collaborazione con Artissima, fiera che da sempre affianca alla sua presenza sul mercato l'attenzione per la sperimentazione e la ricerca.

Treccani: l’Arte enciclopedica

Treccani: l’Arte enciclopedica

Photogallery6 foto

Visualizza

Parlando di Alfabeto Treccani, su che base vengono selezionati gli artisti?
Seguendo un criterio prettamente “enciclopedico”; è stato svolto un lavoro di certificazione più che di selezione. Di concerto con Ilaria Bonacossa, curatrice del progetto, sono stati scelti artisti che avessero già preso parte a rassegne internazionali di rilievo come Venezia (Biennale n.d.r.), Kassel (Documenta n.d.r.) o realizzato esposizioni personali in importanti istituzioni museali.

Chi sono i nuovi nomi del 2019?
Questo novembre, ad Artissima, presenteremo le opere di sei nuovi artisti: Giorgio Andreotta Calò, Giovanni Anselmo, Massimo Bartolini, Paolo Icaro, Marinella Senatore e Gian Maria Tosatti. Ancora una volta, così come lo scorso anno, tre diverse generazioni di artisti, dai grandi maestri ai talenti emergenti, che si confrontano con le infinite possibilità di sperimentazione offerte dalla stampa artistica.

Oggi l'alfabeto è completo?
L'idea è quella di trasformare Alfabeto Treccani in una collana aperta: non vogliamo limitarci ad un artista per lettera. L'alfabeto infatti è solo lo strumento per operare una ricognizione sull' arte italiana contemporanea che assolva la funziona originaria dell'Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani: raccogliere in modo organizzato il sapere e restituirlo alla collettività.

Quali sono gli eventi che verranno organizzati in seno a questa collaborazione?
Sicuramente dopo Artissima organizzeremo a Roma presso Palazzo Mattei di Paganica, sede del nostro Istituto, un'altra presentazione delle opere fino ad ora realizzate all'interno del progetto Alfabeto Treccani. Vogliamo inoltre pianificare una serie di conferenze, al fine di promuovere ed approfondire il lavoro degli artisti con i quali abbiamo lavorato.

Progetti futuri?
Oltre ad Alfabeto sono numerosi i progetti di Treccani Arte. Abbiamo da poco festeggiato i cinquant'anni dalla storica mostra in cui Emilio Isgrò presentò i volumi dell'Enciclopedia Treccani cancellati per intero con una nuova grafica di grande formato (120 x 160cm) che il maestro ha intitolato “ Venti voci per la Treccani e nove virgole per il mondo ”. Inoltre in occasione della personale “ Emilio Isgrò, adesso in corso a Venezia presso Fondazione Giorgio Cini , abbiamo pubblicato una monografia a firma di Germano Celant, curatore anche dell'esposizione veneziana dedicata all'artista.Infine stiamo ultimando due progetti speciali con due altri grandi maestri dell'arte italiana: Gianfranco Baruchello ed Ettore Spalletti, di cui però per adesso non posso anticipare nulla…

Quali altri progetti state portando avanti?

Da un po' di anni stiamo lavorando sull'Enciclopedia dell'Arte Contemporanea, quattro volumi da circa 800 pagine l'uno, in cui confluiranno i lemmi che sono stati selezionati dal comitato scientifico. L'Enciclopedia abbraccia un periodo che va dal 900 ai giorni nostri. La visione non è più italo-centrica, ma tramite la collaborazioni internazionali sono riusciti ad ampliare il raggio della pubblicazione includendo lemmari con artisti cinesi, indiani, etc. La pubblicazione sarà cartacea e poi, come avviene per tutte le pubblicazioni treccaniane, confluirà nell'online.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...