alta velocità

Trenitalia farà concorrenza al Tgv sulla linea Milano-Parigi

di Marco Morino


default onloading pic

2' di lettura

Ferrovie italiane contro ferrovie francesi. Si accende la concorrenza sui binari europei dell’alta velocità ferroviaria. Trenitalia, attraverso la controllata Thello (azienda italiana di diritto francese che gestisce i servizi ferroviari passeggeri a lunga percorrenza tra la Francia e l’Italia), ha notificato all’Arafer (l’autorità transalpina di regolazione nel trasporto ferroviario) la sua intenzione di operare, a partire dal giugno del 2020, un nuovo servizio internazionale di trasporto ferroviario per passeggeri tra Milano e Parigi, utilizzando la rete ad alta velocità francese e italiana.

In sostanza, Trenitalia punta a fare concorrenza al Tgv e alle ferrovie francesi Sncf sulla linea ad alta velocità tra Milano e Parigi. Secondo le prime informazioni, il collegamento di Trenitalia tra Milano e Parigi dovrebbe prevedere anche una fermata a Lione. Sono previsti due viaggi di andata e ritorno giornalieri «compresi il sabato, la domenica e i giorni festivi». I treni utilizzati saranno Zefiro V300, treni ad alta velocità prodotti da Bombardier, dal design molto recente (il debutto sui binari risale al 2015) e in grado di viaggiare a 300 chilometri orari.

Il nuovo collegamento potrebbe rivelarsi molto interessante, oltre che per la clientela italiana desiderosa di recarsi in Francia, anche per gli spostamenti interni tra Parigi e Lione. Nei piani di Thello, la prima partenza da Parigi dovrebbe avvenire tutti i giorni alle 7 del mattino, il che significherebbe fare tappa a Lione alle ore 9. L’ideale per gli appuntamenti di lavoro. Il treno del pomeriggio da Milano passerà da Lione alle 20 e arriverà nella capitale francese alle 22. Ovviamente, Thello intende catturare la clientela business interessata a viaggi di andata e ritorno Parigi-Lione durante il giorno.

È probabile che, inizialmente, la tratta tra Parigi e Lione sarà molto redditizia, quella tra Lione e Milano forse avrà un tasso di riempimento più basso. Dal lato francese, questa l’iniziativa delle Ferrovie italiane sarà l'occasione infrangere il monopolio di Sncf sul mercato interno. Sarà interessante anche valutare quale sarà il posto riservato ai treni Thello alla Gare de Lyon di Parigi.

Sncf, da parte sua, osserva attentamente le mosse del concorrente italiano. La compagnia transalpina dovrà rinunciare a una piccola quota delle sue entrate: l’asse Parigi-Lione è saturo. Sncf dovrà diminuire la sua offerta, soprattutto durante l’orario di punta della mattina e della sera, la fascia più redditizia, per fare spazio al nuovo concorrente.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...