manca il personale

Trenta: valutiamo l’invio di medici militari in Molise

In regione la carenza di personale medico è ormai vera emergenza

di Andrea Marini

1' di lettura

«Stiamo esaminando la possibilità di inviare in Molise medici militari per far fronte alla carenza di personale sanitario negli ospedali, ma al momento non abbiamo ancora trovato una soluzione, stiamo continuando a cercarla». Lo ha detto il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, a Campobasso in visita privata per assistere alla sfilata dei 'Misteri'.

Pensionamenti, blocco del turnover e pochi giovani disponibili
Il Decreto Calabria è legge, ma in attesa che produca i suoi effetti, soprattutto quelli relativi allo sblocco del turn over, in Molise la carenza di personale medico è ormai vera emergenza. A pesare, i pensionamenti, il blocco del turnover e i pochi giovani disponibili. Tanto che l’Azienda sanitaria regionale (Asrem), per far fronte alla situazione e reperire medici specialisti di Pediatria, Neonatologia, Ostetricia, Ginecologia, Medicina e Chirurgia d'accettazione e urgenza, Ortopedia e Traumatologia, ha stipulato con l’Azienda ospedaliera San Giovanni Addolorata di Roma una convenzione che prevede l’impiego di medici specialisti in Ortopedia e Traumatologia presso l’ospedale Veneziale di Isernia. Il provvedimento è motivato «considerata l'assoluta urgenza» per garantire la continuità assistenziale e «scongiurare l'interruzione di pubblico servizio».

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti