analisidopo la bocciatura

Tria al bivio, Bali o Roma: il ministro diviso fra meeting Fmi o voto sul Nadef

di Gianni Trovati

default onloading pic
Il ministro dell'Economia Giovanni Tria (Ansa)

1' di lettura

Chi si lamenta della propria agenda complicata, in questi giorni può consolarsi pensando a quella del ministro dell'Economia Giovanni Tria. Dopo una mattinata passata in Parlamento, dov'è tornato per rispondere alle critiche mosse dall'Ufficio parlamentare di bilancio,

GUARDA IL VIDEO - Rischio ingorgo in Parlamento: la carica di 4 decreti e 15 disegni di legge

Tria lavorerà al ministero dell'Economia per il progetto sui conti da inviare a Bruxelles entro lunedì. A questo documento fondamentale, che rappresenta un'evoluzione della NaDef perché deve mettere nero su bianco i dettagli delle misure con il loro valore rispetto al Pil. Ma al suo tavolo, con il computer che mostra minuto per minuto l'andamento degli spread, Tria potrà stare poche ore.

GUARDA IL VIDEO - Ecco cosa c'è nella manovra da 36-40 miliardi

In serata è previsto il decollo per Bali, dove è atteso per il meeting annuale del Fondo monetario internazionale. Non proprio un viaggio di piacere, visto che il Fondo monetario ha appena raffreddato le stime di crescita, chiesto di non cambiare la legge Fornero e lanciato l'allarme sui contraccolpi dello spread sulle banche.

GUARDA IL VIDEO - Manovra, ecco tutte le tappe della sessione di bilancio

Il viaggio indonesiano del ministro, per ora confermato, determinerà la sua assenza nel giorno del voto parlamentare sulla NaDef. Ma la trasferta, che per ora è confermata, potrebbe essere lampo, a causa della scadenza europea di lunedì che non ammette proroghe. E chiudersi con un ritorno anticipato a Roma, proprio come all'ultimo Eurogruppo

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...