ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùScenario

Tria, economia peggiora ma aspettative non sono di recessione

L’ex ministro dell’Economia e docente universitario, durante un incontro del Festival dell’economia sui rischi della recessione economica globale: «Esiste il rischio che alcuni fenomeni si incastrino, tra Europa, Stati Uniti e Cina, portando ad una stagnazione dell’economia globale. Ma allo stato una recessione non sembra essere attuale»

di Giorgio Santilli

Trento, i giorni del Festival dell’Economia

2' di lettura

L’economia globale peggiora ma per ora non ci sono aspettative di recessione: concordano Marcello Estevão (direttore generale per la Macroeconomia della World Bank) e l’ex ministro dell’Economia italiano Giovanni Tria, intervistati da Isabella Bufacchi nel dibattito su ”Rischio recessione per l'economia mondiale”.

Recessione, crescono i fattori di rischio

I due economisti segnalano comunque la crescita dei fattori di rischio. «Non ci aspettiamo recessione per gli Stati Uniti e l’Europa – ha detto Estevão – anche se l’Europa sarà toccata maggiormente dallo shock energetico generato dalla guerra in Ucraina. Andiamo comunque verso una situazione differenziata da Paese a Paese: in particolare i Paesi più colpiti saranno quelli più sensibili al rialzo dei tassi negli Usa e in Europa».

Loading...

Tria: economia peggiora ma aspettative non sono di recessione

«Non ci sono previsioni di recessione – ha detto Tria - ma i modelli previsivi, derivati dagli analisti dei mercati finanziari, non stanno funzionando bene. Il rischio di recessione arriva oggi soprattutto dai gravi errori di policy che stanno facendo i Paesi maggiori». Un esempio è quello della interruzione delle catene globali della produzione, lo shock in atto dal lato dell’offerta. «Qui c’è uno degli effetti più dannosi della guerra in Ucraina perché non riparte il dialogo necessario per ricostituire le catene globali della produzione». Per Tria dovrebbero essere proprio accordi tra i Paesi, promossi da organismi internazionali come World Bank o World Trade Organization, a favorire il superamento di una «economia divisa in blocchi» che è anche l'eredità della fine della globalizzazione.

Estevão: fattore alimentare tra quelli di rischio per l’economia globale

A sua volta, Estevão ha evidenziato, fra i fattori di rischio per l’economia globale, il fattore alimentare che colpisce «12-18 Paesi importatori di cibo attualmente in profonda crisi». Cita Libano e Sri Lanka.

L’ex ministro dell’Economia: inflazione, probabile che gli Stati intervengano facendo debito

Tria insiste sull’impatto che l’inflazione ha prodotto, anche qualora dovesse rapidamente scendere, sulla variazione dei prezzi relativi. «Questo rischia di scaricarsi su salari e profitti e per evitarlo probabilmente gli Stati interverranno ancora facendo debito». Ma chi pagherà questo debito? «La Bce – dice Tria – è partita in ritardo perché non ha capito che l’inflazione non era temporanea, ma in parte strutturale. Per una sorta di eterogenesi dei fini, l’errore di valutazione ha portato a una politica corretta ma ora il problema è uscire dalle politiche espansive. Quindi la Bce è disposta a finanziare l’ulteriore debito che faranno gli Stati, come è già successo in pandemia? Oppure questa responsabilità si sposterà sulle istituzioni Ue, facendo debito comune europeo a tassi più accettabili? Questo sarà il balletto dei prossimi mesi tra Francoforte e Bruxelles».

Speciale Festival dell’Economia di Trento 2022

La cronaca giorno per giorno

Un superdossier con le notizie, e cronache degli eventi del festival e del Fuori Festival, e quelli sull’Economia del territorio.
Ecco i live giorno per giorno: 2 giugno
- 3 giugno - 4 giugno- 5 giugno

Il programma del Festival

Ecco il programma giorno per giorno, con tutti i panel del cartellone principale e quelli delle diverse sezioni, direttamente dal sito della manifestazione. Il programma

I video on demand di tutti gli eventi

Un ricco palinsesto di incontri, eventi, talk e keynote a cui hanno preso parte opinion leader di rilevanza nazionale ed internazionale e personalità di spicco tra scienziati e ricercatori, rappresentanti della società civile e delle istituzioni, economisti, imprenditori e manager.
Registrati per rivedere i video on demand di tutti gli eventi del Festival dell'Economia di Trento 2022

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti